Home > Webzine > Collezioni e collezionisti alle origini del Museo Novecento di Firenze
martedì 10 dicembre 2019

Collezioni e collezionisti alle origini del Museo Novecento di Firenze

28-01-2015

Mercoledì 28 gennaio Chiara Toti sarà l'ospite del ciclo di incontri "Dentro il Novecento" per parlare di "Collezioni e collezionisti alle origini del Museo Novecento", alle ore 17.30, al Museo Novecento di Firenze (Piazza Santa Maria Novella, 10).
Il nucleo collezionistico originario su cui nel tempo è cresciuto il Museo Novecento si deve all’iniziativa dello storico e critico d’arte Carlo Ludovico Ragghianti il quale, all’indomani dell’alluvione del 1966, avvia serrate trattative con i principali collezionisti italiani per la donazione delle loro raccolte al costituendo Museo Internazionale d’Arte Contemporanea (M.I.A.C.). Nelle intenzioni del critico, il progetto avrebbe dovuto risarcire la città di Firenze delle perdite subite. La definizione di quegli accordi – tutti basati su una solida rete di amicizie personali – ha avuto tuttavia esiti alterni: se da un lato infatti quell’operazione ha condotto all’acquisizione della raccolta di Alberto Della Ragione, dall’altro non ha mai visto giungere a definizione altre trattative tra cui quelle con i collezionisti Emilio Jesi e Gianni Mattioli.

"Dentro il Novecento" è la serie di appuntamenti, a cura di Valentina Gensini, in cui docenti e studiosi approfondiscono correnti e protagonisti del Museo Novecento, ripercorrendo la storia e ricostruendo il contesto in cui opere e collezioni sono maturate.

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.

Info: www.museonovecento.it