Home > Webzine > Mostra personale della fotografa taiwanese Gao Yuan alla Fondazione Studio Marangoni
martedì 19 novembre 2019

Mostra personale della fotografa taiwanese Gao Yuan alla Fondazione Studio Marangoni

06-02-2015
Dal 6 febbraio al 6 marzo 2015 la Fondazione Studio Marangoni (via San Zanobi, 19r) ospita a Firenze una mostra personale, curata da Sara Bortoletto, dedicata alla fotografa taiwanese Gao Yuan. 
All'interno della mostra si propongono due serie di opere, per la prima volta esposte in Italia, in cui le iconografie tipiche della tradizione pittorica fiorentina diventano il nuovo veicolo per rappresentare uno spaccato di vita della Cina contemporanea. 
In “12 moons”, Gao Yuan crea una struttura compositiva tipica della Madonna con bambino. L'attenzione verso la luce e l'utilizzo dei colori pastello riescono a riprodurre accuratamente il gusto estetico del tardo rinascimento fiorentino. Le Madonne di Gao Yuan, a differenza del modello di rettitudine e castità tipico dell'iconografia cristiana, sono giovani madri cinesi provenienti dalle classi più disagiate. La forza di volontà e l’intraprendenza che scaturisce dall'espressione di queste Madri eleva la condizione femminile attuale e critica aspramente i risvolti di un’economia irrefrenabile, come quella che sta travolgendo la Cina negli ultimi vent’anni. 
In “A woman with…”, la seconda serie di lavori proposta in mostra, sono rappresentate le nuove Veneri contemporanee. Anche in questo caso, il riferimento alla Maniera occidentale è chiaro: le Veneri nude e seducenti sono adagiate su panni pregiati, dove il gioco accurato di luci ed ombre impreziosisce il candore della pelle e valorizza la scelta dei colori. Sullo sfondo i paesaggi contemporanei e desolati sono spesso allegoricamente parte integrante di tutta la composizione. Cosi, in “The woman with a book” la distruzione e la desolazione del paesaggio fanno da monito a chi troppo crede nelle capacità dell'umanità. 
Le opere di Gao Yuan non trovano miglior luogo per essere presentate: Firenze, città in cui ancor oggi permane l'atmosfera degli sfarzi della corte di Lorenzo il Magnifico e da dove appunto Gao Yuan si è lasciata ispirare arricchendo il gusto estetico italiano di tematiche storico-antropologiche di estrema attualità. La mostra è stata resa possibile dal supporto del Governo di Taiwan e dalla Fondazione Studio Marangoni stessa.

Ingresso libero. Per ulteriori informazioni: www.studiomarangoni.it