Home > Webzine > ''P(r)eso di mira - Pregiudizio e discriminazione dell’obesità'' di Francesco Baggiani
mercoledì 13 novembre 2019

''P(r)eso di mira - Pregiudizio e discriminazione dell’obesità'' di Francesco Baggiani

04-03-2015

Se insulti un nero, sei razzista. Se insulti un gay, sei omofobo. Se insulti un ciccione, sei simpatico. Ma cos’è veramente l’obesità? La risposta nel libro "P(r)eso di mira - Pregiudizio e discriminazione dell’obesità" di Francesco Baggiani, pubblicato da Edizioni Clichy, che verrà presentato mercoledì 4 marzo, alle ore 17.00, al Consiglio Regionale della Toscana (Via Cavour, 4 - Firenze).
È vero che le persone sovrappeso sono pigre e senza forza di volontà? E perché bambini e adulti obesi vengono comunemente scherniti, offesi, discriminati? La presa in giro, a scuola, in famiglia, come in tv, aiuta veramente il soggetto a «darsi una mossa», o costituisce una severa violazione dei diritti e un ostacolo per il benessere dell’individuo? Tutte le forme di derisione e vessazione di chi è «in carne», tutt’ora in molti ambienti tollerate e addirittura considerate legittime, sono oggi riconosciute come una grave forma di ingiustizia, che va sotto il nome di «discriminazione ponderale». Un libro dedicato a tutti gli oversize, ai genitori di bambini sovrappeso, agli insegnanti, gli allenatori, i medici, e a chiunque voglia conoscere il complesso mondo che si cela dietro le «grandi forme», per capire se stessi e gli altri, intraprendendo la strada del buonsenso e del rispetto di tutte le diversità.
Alla presentazione, coordinata dal Consigliere regionale Enzo Brogi, interverranno: Giovanna Ceccatelli, Docente di sociologia Università di Firenze; Simone Naldoni, Commissione sanità e politiche sociali; Giancarlo Cauteruccio,
Attore, regista, Direttore artistico teatro Studio Scandicci; Paolo Migone, Attore, comico e cabarettista; Silvia Querci, Cantante; Simone Baldini Tosi, Cantautore.

Francesco Baggiani (Greve in Chianti, 1973), è un pedagogista. Immerso ormai da molti anni negli ambienti istituzionali e spontanei dove bambini e adolescenti vivono, si incontrano e si scontrano, ha da sempre manifestato un particolare interesse verso i problemi socio relazionali legati al corpo, in particolare quelli relativi all'obesità e al sovrappeso. Dal 1998 ha iniziato a raccogliere il più disparato materiale che avesse a che fare con questo argomento, quando ancora in Italia non esistevano studi, lessico, né tantomeno una mentalità in grado di incanalare l'inquietudine e la ricerca dell'autore. Rifacendosi alla recente letteratura scientifica d'oltreoceano, ha oggi l'onore di essere il primo autore che in Italia pubblica un libro che parli espressamente di pregiudizio e discriminazione basati sul peso.

Info: www.edizioniclichy.it