Home > Webzine > ''Omaggio a Nano Campeggi nel segno di Puccini'' al Lyceum Club Internazionale di Firenze
mercoledì 21 ottobre 2020

''Omaggio a Nano Campeggi nel segno di Puccini'' al Lyceum Club Internazionale di Firenze

04-06-2015

Il Lyceum Club Internazionale di Firenze rende omaggio al pittore fiorentino Silvano (Nano) Campeggi, il cui nome salì alla ribalta internazionale come autore di celebri manifesti di successi cinematografici made in Hollywood fra il dopoguerra e gli anni ’70.

Giovedì 4 giugno, alle 17.30, in Palazzo Giugni Fraschetti, verranno presentati per la prima volta a Firenze i suoi disegni delle "Figure femminili nelle opere di Giacomo Puccini", una serie di ritratti ideali delle protagoniste delle opere pucciniane, esposti a Torre del Lago nel 2008, 150° anniversario della nascita del compositore. La mostra sarà introdotta da Cristina Acidini, già soprintendente del Polo museale fiorentino, che il 23 gennaio 2013, quando Campeggi ricevette per il suo 90° compleanno il Marzocco di Firenze e donò un suo autoritratto alla Galleria degli Uffizi, disse di lui: «ha trasformato Marilyn Monroe in un’icona ben prima di Andy Warhol».

In occasione di questa mostra di Campeggi al Lyceum fiorentino, il soprano Laura Andreini e il pianista Gregorio Nardi terranno un concerto con musiche di Giacomo Puccini. Questo il programma dei brani eseguiti: “O mio babbino caro” (da Gianni Schicchi), “Moderato, con affetto” (per pianoforte solo), “Quando me’n’ vo’ (da La bohème), “Calmo e molto lento” (per pianoforte solo), “Chi il bel sogno di Doretta” (da La rondine).

Silvano Campeggi, che nel 2003 espose su iniziativa della Fondazione Carlo Collodi la serie “Pinocchio sono io”, in cui il burattino di legno suo “alter ego” è rappresentato insieme alle star del cinema hollywoodiano per cui Nano lavorò tra il 1940 e il 1970, ha firmato alcuni dei manifesti di film più apprezzati della storia della cartellonistica cinematografica: Ben Hur, Casablanca, Cantando sotto la pioggia, Colazione da Tiffany, A qualcuno piace caldo, West Side Story ecc. In questa sua attività ha raffigurato divi quali Gary Cooper, Marilyn Monroe, Marlon Brando, Rita Hayworth, Liz Taylor, Ava Gardner, Grace Kelly e tanti altri ancora. Alcuni di loro hanno ispirato i suoi ritratti. Ma la ritrattistica di Campeggi non si è fermata qui, come testimoniato dalla mostra realizzata nel 2003 dalla Regione Toscana in suo onore: una galleria di ritratti che, partendo da quello del suo maestro Ottone Rosai, comprende, tra gli altri, Vasco Pratolini, Pietro Annigoni, Roberto Longhi, Mario Luzi, Giovanni Michelucci, Aldo Palazzeschi, Mario Monicelli, Giovanni Papini, Roberto Benigni e Cristina Acidini.

Le attività del Lyceum Club Internazionale di Firenze hanno il sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio di Firenze e il patrocinio del Comune di Firenze.

Ingresso libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per ulteriori informazioni: www.lyceumclubfirenze.net