Home > Webzine > Fotoconcerto dei Pastis nella performance di suoni e immagini del quotidiano all'Impruneta
mercoledì 20 novembre 2019

Fotoconcerto dei Pastis nella performance di suoni e immagini del quotidiano all'Impruneta

30-05-2015
Un fotoconcerto, ovvero una performance interattiva in cui i suoni e le immagini del quotidiano si uniranno ai volti e alle azioni delle persone presenti: è quello che proporranno sabato 30 maggio, presso la Fornace Agresti di Impruneta, i Pastis, duo artistico formato dai fratelli fiorentini Marco e Saverio Lanza (tra le loro collaborazioni, quelle con artisti quali Cristina Donà, Max Gazzè, Bugo, Irene Grandi).

L’evento si svolgerà nell'ambito della manifestazione "Buongiorno Ceramica" promossa dalla AiCC - Associazione Italiana Città della Ceramica in collaborazione con il Comune di Impruneta (inizio ore 20.00, ingresso libero).

Il nome Pastis (oltre al nome del famoso aperitivo francese) si riferisce al concetto artistico di “pastiche”, cioè un collage di “cose”, di natura differente, assemblate per produrre un’opera. La singolarità artistica risiede nelle diverse discipline che i due interpretano: Marco è fotografo, mentre Saverio musicista, due mestieri diversi che nel duo si fondono in una nuova forma espressiva e un linguaggio innovativo.

Per l'occasione i Pastis costruiranno nell’antico luogo di lavoro, la casa del cotto imprunetino, un evento  diverso, polimorfo, che coinvolgerà direttamente gli spettatori, i quali ne diverranno inconsapevoli protagonisti. Per l’intera fornace del XVIII secolo, si svilupperà un percorso, che sarà costituito da un’esposizione fotografica, un set di ripresa del pubblico e da proiezioni video. Il fotoconcerto sarà il culmine: una simbiosi tra gli strumenti di lavoro dei fratelli, chitarre, pianoforte, macchina fotografica e telecamera, in uno spettacolo atipico, in cui le immagini “si suoneranno e si canteranno”.

Un live in cui il variopinto mondo Pastis, formato da situazioni comuni (venditori di mercato, tifosi di calcio da divano, gente di strada, artisti), si mescolerà ai volti e ai suoni della platea. La musica nascerà anche dall’interazione viva con quel che accade, in cui “un occhio vede e l’altro sente”. Sarà una reinterpretazione in tempo reale che partirà dalla riprese sul pubblico per farsi musica. Per la serata, sono in programma anche degustazioni.

Per informazioni: www.pastislanza.it