Home > Webzine > Pitti Immagine Uomo: Scrambler Ducati Beach Party alla Spiaggetta sull'Arno
lunedì 18 novembre 2019

Pitti Immagine Uomo: Scrambler Ducati Beach Party alla Spiaggetta sull'Arno

17-06-2015

Mercoledì 17 giugno il lancio della linea di accessori realizzata da Braccialini per Ducati in occasione di Pitti Immagine Uomo diventa l’occasione per un indimenticabile beach party sulla spiaggia di San Niccolò, a Firenze. Dalle 20.30 e fino alla mezzanotte si potrà ballare sulla sabbia al suono di due ottimi rappresentanti della dance italiana: Umberto Saba e Dj Hendrix. Ma i protagonisti assoluti della serata saranno due dei principali protagonisti della scena dance internazionale, i bostoniani Soul Clap.
Immaginate un pianeta lontano nel quale risuoni il jazz astrale di Sun Ra. Immaginate che sul suo suolo atterri la nave madre del P-Funk guidata da George Clinton. Ecco quel pianeta colonizzato dai nuovi coloratissimi ospiti potremmo chiamarlo Soul Clap. Perché i tragitti sonori di Eli Goldstein e Charles Levine sono quelli di una scheggia impazzita nel club culture odierna, fuori da ogni moda, estranei a qualsiasi suono del momento. Se proprio si volesse inquadrarli bisognerebbe piazzarli tra il suono originario della New York degli anni '70 (loro ci vivono oggi ma la scintilla originaria è di allora) e il sound di Boston di questi anni (i due sono nati lì, sia anagraficamente che artisticamente). Scintillanti, imprevedibili e sfrontati si sono affermati nei principali club e festival del mondo per la straordinaria capacità di creare set totalmente coinvolgenti, nei quali le radici e la cultura di un suono sono nobilitati dall'inestimabile arte del far divertire chi è sulla pista da ballo.
Si conoscono in un rave in Connecticut nel 1998 e, fra un alcolico e l’altro, danno vita al progetto Soul Clap nel 2001. L'idea originaria è di portare un sound house, funk e disco nei club hip-hop di Boston attraverso remix e re-edit appositamente prodotti. In poco tempo il loro pubblico inizia ad entrare nel groove e le loro produzioni virano definitivamente verso un suono che si pone come sintesi ideale tra funk, hip-hop e disco in chiave dancefloor. Un loro set in occasione del after party del Mutek Festival al Marcy Hotel di Toronto nel 2008 diventa una pietra miliare della dance music e li lancia nell'olimpo. La consacrazione definitiva arriva con il capitolo della serie di culto Dj Kicks, curato insieme a Wolf+Lamb sulla berlinese K7, tutt'oggi considerato uno dei momenti più alti della Disco House recente. A questo punto tutto è pronto per il loro album d'esordio, ‘E-Funk’ (esce nel 2012) e per il lancio della loro etichetta personale, la Soul Clap Records.
Un paio di anni dopo i nostri hanno fatto così tanta strada da esser chiamati in studio dai loro beniamini di sempre, i Funkadelic di George Clinton, per registrare tre brani inclusi in ‘First Ya Gotta Shake The Gate’, disco che segna il ritorno della band a più di tre decenni dall’ultimo lavoro inedito. Ma la storia non finisce qui, perché dalla sessione di registrazione presso i Red Bull Studios di Los Angeles emerge materiale per una ulteriore uscita, appena pubblicata dalla loro etichetta col titolo di 'In Da Kar' nella quale i nostri suonano in studio con la band di Dr. Funkenstein accompagnati da Sly Stone, Nick Monaco e G Koop.
Crew Love è il più recente progetto del duo che vede coinvolti i loro amici di sempre Wolf+Lamb, Tanner Ross, Pillow Talk, Slow Hands, No Regular Play, Tanner Ross, Nick Monaco e Navid Izadi, con i quali i nostri organizzano party e festival indimenticabili.
Ingresso gratuito su iscrizione.

Info: http://0rh-project.braccialini.it