Home > Webzine > ''Poesia nella Città'' per Pier Paolo Pasolini e Dante Alighieri al Museo Casa di Dante
venerdì 22 novembre 2019

''Poesia nella Città'' per Pier Paolo Pasolini e Dante Alighieri al Museo Casa di Dante

24-07-2015
Dopo il successo della scorsa edizione di "Poesia sulla città" dedicata a Michelangelo e Mario Luzi e realizzata all’interno dei musei del Polo Museale Fiorentino (tra i tanti si ricordano la Galleria dell’Accademia e le Cappelle Medicee), Versiliadanza in collaborazione con Edizioni della Meridiana promuove per l’Estate Fiorentina 2015: "Poesia nella città" per Pier Paolo Pasolini e Dante Alighieri presso il Museo Casa di Dante, venerdì 24 e sabato 25 luglio, in due turni alle ore 16.45 e alle ore 17.15.

Di Dante Alighieri ricorre quest’anno 750° anniversario della nascita, ma il 2015 è anche il 40ennale della morte di Pier Paolo Pasolini. Pochi sanno dello stretto rapporto che lega Pasolini e Dante. Dalle riflessione di Pasolini sulla Divina Commedia nasce la Divina mimesis uscita presso Einaudi nel novembre del 1975, postuma solo per pochi giorni al poeta: l’ultimo titolo curato dall’autore è una Mimesis, una imitazione della Divina Commedia. D’altronde, il rapporto di Pasolini con Dante non si esaurisce nel progetto più ambizioso, e abortito, quello appunto di una nuova Divina Commedia. La memoria dantesca è continua, pervasiva, nell’opera pasoliniana, in prosa e in poesia: dalla rappresentazione della Roma di Ragazzi di vita come “Città di Dite”, ai versi di Trasumanar e organizzar, che fino dal titolo prelevano dalla lingua di Dante uno dei suoi fulminanti neologismi; a quella sorta di resa inanimata alle parole del modello che è il Collage da Dante (intitolato proprio così) con cui si apre Dal vero, una prosa romana degli anni 50-53. E neanche cinema di Pasolini rimane indenne da questa epidemica memoria dantesca: dal primo film, Accattone, che si apre citando in epigrafe i versi della morte di Bonconte, fino all’ultimo film, l’agghiacciante Salò-Sodoma, che Pasolini concepì ispirandosi certo a Sade, ma ad un Sade, secondo lui, a sua volta ispirato da Dante.

"Poesia nella città" si terrà presso il Museo Casa di Dante, proprio dove un tempo sorgevano le case degli Alighieri, e dove nel 1265 nacque Dante, secondo una memoria popolare tramandatasi nei secoli che ha sempre indicato il gruppo di case nei pressi della Torre della Castagna come “case di Dante”. Il museo farà da vera e propria scenografia di un evento itinerante che valorizzerà gli spazi museali. Le stanze diventano architettura vivente, memoria di ciò che vi accade. Attraverso la musica, la parola e la danza verrà rievocato il passato e la grande Arte. Ogni evento sarà un viaggio/intreccio nella scrittura di Pier Paolo Pasolini e Dante attraverso il linguaggio della poesia accompagnato dalla musica dal vivo e dalla danza.

Ideazione e Direzione Artistica Angela Torriani Evangelisti e Andrea Ulivi.
Con: Luisa Bosi (attrice), Leonardo Diana (danzatore e coreografo), Andrea Serrapiglio (musicista), Angela Torriani Evangelisti (danzatrice e coreografa), Andrea Ulivi (lettore).

Eventi gratuiti. Per l’ingresso al Museo Casa di Dante è previsto un biglietto di 4 €.
Progetto realizzato in collaborazione con: Museo Casa di Dante, con il sostegno di: Comune di Firenze – Estate Fiorentina 2015.

Per ulteriori informazioni: www.versiliadanza.it - www.teatroflorida.it