Home > Webzine > Il concerto gratuito dei Sud Sound System apre il bEAT Festival di Empoli
sabato 24 ottobre 2020

Il concerto gratuito dei Sud Sound System apre il bEAT Festival di Empoli

28-08-2015
L'estate empolese si scalda con il bEAT Festival. Una nuova rassegna dal sapore internazionale che, dal 28 al 31 agosto prossimo si prepara a invadere il Parco di Serravalle, nel cuore del centro cittadino di Empoli, con cibo, sport e tanta buona musica. Tre grandi protagonisti da vivere all'interno di una splendida cornice naturale di quasi 20 ettari, dove tra grandi prati, boschetti e attività, il pubblico può trascorrere intere giornate di divertimento.
"Un'iniziativa nuova- ha dichiarato l'Assessore della Regione Toscana, Vittorio Bugli, durante la conferenza stampa - che tenta di diventare un festival di riferimento con delle caratteristiche proprie come la musica, lo sport, e il cibo. Pisa, Firenze e Siena la possono guardare da vicino perché prende vita in una zona strategica, nel baricentro di queste città".
Come abbiamo affermato poco fa' la musica è uno dei fili conduttori del Festival. Per renderle omaggio le sono state dedicate ben due aree: la Jump Rock, dove si alternano djset e gruppi in ascesa della scena empolese, per dar vita a uno spettacolo che coinvolge tutti i generi, dalle 11 del mattino fino a tarda notte; il Main Stage invece vede protagonisti alcuni big della scena nazionale e internazionale.
A inaugurare la rassegna, la sera del 28 agosto, sono i Sud Sound System, la band salentina che ha scalato le classifiche italiane diventando nel tempo una vera e propria ambasciatrice del reggae nello stivale. La ricetta del loro successo è legata a due ingredienti: le melodie giamaicane e la tradizione della loro terra, tra pizzica, taranta e dialetto. Un mix perfetto che caratterizza i loro album e i loro live. Nel concerto empolese portano tutta la carica del nuovo album, "Sta Tornu", la gioia, la speranza, l'impegno sociale, per farvi danzare sui ritmi dancehall, hip hop, dubstep, funk e rhythm & blues.
I protagonisti della serata di sabato 29 arrivano direttamente dalla Grande Mela, ma sono nati in Russia. Sono i Gogol Bordello, il gruppo formato da Sergey Ryabtsev (violino), Pedro Erazo-Segovia (percussioni), Elizabeth Sun (percussioni, voce), Pasha Newmer (seconda voce, fisarmonica), Michael Bernard Ward (chitarra), Thomas ‘Tommy T’ Gobena (basso), Oliver Francis Charles (batteria). La loro missione è presentare al pubblico italiano l'ultima fatica, "Pura vida Conspiracy", un viaggio in musica che parte dal rock e dal reggae per toccare il punk.
I Subsonica, domenica 30 agosto, chiudono il bEAT Festival con "La nave in una foresta", un live che prende il nome dall'ultimo album, nato per ricordare i vecchi successi e le nuove canzoni.
Ma nel corso delle tre giornate anche il cibo trova, nel Parco di Serravalle, un'area dedicata. Come poteva essere il contrario nell'anno di Expo 2015 e in un Paese, come il nostro, ricordato in tutto il Mondo per le sue prelibatezze. La gastronomia, già colonna portante di molti altri Festival, torna a far mostra di sé con stand di prodotti locali, piatti provenienti da tutte le Regioni e la qualità offerta dai food truck ed il loro street food su ruote.
Lo sport in quella vasta superficie erbosa prende vita e diventa protagonista con dimostrazioni e tornei studiati ad hoc per coinvolgere grandi e piccini. Calcio, basket, pallavolo, arti marziali, pattinaggio e danza ecco alcune delle discipline che animano le giornate.
Altro motivo in più per andare? Tutti gli eventi e le attività sono a ingresso gratuito tranne i concerti previsti per sabato 29 e domenica 30 agosto, che comunque, per volontà degli organizzatori, hanno un prezzo contenuto.
Beat è un nuovo format ideato dall'Associazione bEAT 15, con il patrocinio del Comune di Empoli, per aprire una vera e propria vetrina sul territorio. Un'idea appena nata ma che guarda ben oltre i propri confini e per farlo si mostra come un contenitore capace di esaltare le risorse esistenti e soprattutto la creatività di giovani artisti del suono, della cucina e dello sport.

Per informazioni: www.beatfestival.net 

Martina Viviani