Home > Webzine > L'Avaro delle Laudi
martedì 12 novembre 2019

L'Avaro delle Laudi

12-02-2008
L'Avaro di Moliere, come è noto, è ritenuta una delle commedie più efficaci del repertorio classico, da sempre rappresentata e dialetticamente interpretata dai nomi più illustri della storia del Teatro, a cominciare dall'autore stesso, anche se la vera fortuna dell'opera fu decretata dopo la sua morte. L'Avaro debutta nel 1688 al Palais Royal e da allora ha lasciata intatta la sua forza rappresentativa , anzi , se possibile , l'ha accresciuta nel corso dei secoli. La commedia è nata da una serie di stimoli che Molière ha attinto dall'Aularia di Plauto, dalla Belle plaideuse di Boisrobert, e dai Suppositi di Ariosto e, in generale, dalla grande fucina della commedia dell'arte. L'edizione che viene rappresentata al Teatro Le Laudi di Firenze (Via Leonardo da Vinci 2r) proposta dal Teatro Stabile di Catania, vede cimentarsi nei panni del protagonista Arpagone uno dei "mostri sacri" del Teatro italiano: Carlo Croccolo affiancato da un cast di dieci attori per la regia di Maurizio Annesi. Traduzione ed adattamento di Nicasio Anzelmo. Lo spettacolo andrà in scena sabato 16 febbraio alle ore 21 con la consueta replica di domenica 17 febbraio alle ore 17.
Per tutte le informazioni: 055/572831
oppure: info@teatrolelaudi.it
www.teatrolelaudi.it