Home > Webzine > ''Camere di combustione'' di David Levinson
lunedì 18 novembre 2019

''Camere di combustione'' di David Levinson

25-02-2008
Amore e sconfitte, disgregazione familiare, sesso, omosessualità e sopravvivenza, nel quadro di una America in bilico tra le atmosfere di una raffinata New York e le villette a schiera della provincia, tra l'ambizione alla libertà e il tormento di una vita imperfetta. E', in esterma sintesi, quello che ispira la raccolta di racconti "Camere di combustione" di David Levinson, libro di cui si discute lunedì 25 febbraio alla libreria Martelli di Firenze (ore 17,30), nel quadro del ciclo di incontri "Pagine al margine". Ospite Bruno Casini (Florence Queer Festival). Gli uomini e le donne dipinti da Levinson sono instabili, alla ricerca di un equilibrio esistenziale, solo raramente lo trovano, dal momento che la meta sembra sempre allontanarsi. Così Levinson costringe il lettore a entrare nelle loro vite e a confrontarsi con una verità, che per quanto cruda o poco conciliante, riflette quella delle vite intorno a noi, della vita di ognuno di noi.I lettori statunitensi parlano di un testo raro, in cui l'autore si pone in maniera empatica rispetto ai propri protagonisti, mai come un io giudicante, capace di affondare le mani nel dolore con enorme delicatezza, la guida giusta per i sentieri più intimi di ogni individuo.