Home > Webzine > Motus al Teatro Studio
giovedì 14 novembre 2019

Motus al Teatro Studio

08-01-2009
Riapre il Teatro Studio di Scandicci con una quattro giorni dedicata ai Motus, uno dei gruppi teatrali emersi prepotentemente all’inizio degli anni novanta ed ancora in piena ricerca.Dall’8 al 10 andrà in scena X ics, racconti crudeli della giovinezza, atto terzo di un progetto che decide di esplorare i giovani in tre diverse location e contesti, partendo da alcune riflessioni sulla condizione-non-condizione di una generazione che di conosciuto ha solo l’età. Lo spettacolo e’ il risultato della recente residenza del gruppo al festival tedesco Festival Theater der Welt di Halle nel giugno 2008, dove il gruppo tra, videocamere sempre accese, improvvisazioni di musica stridente e di una danza sporca e asincrona ha fotografato teatralmente un’esperienza e una riflessione sull’essere giovani. Dietro questo progetto, come gli autori spiegano all’interno del loro sito, alcune riflessioni e spunti legati a pensatori ben cari al gruppo romagnolo. Si parte dal regista giapponese Nagisa Oshima ed il suo film scandalo “Racconto crudele della giovinezza” per passare a Pasolini, ma anche allo scrittore James G. Ballard finanche al pensatore americano Paul Goodman. Nella pratica poi il progetto si e’ arricchito di personaggi, interazioni, ulteriori riflessioni, persone ed esperienze che Motus mette in scena, in video e in suono. Dopo gli spettacoli “Rooms”, “Twin Rooms” ed anche “L'Ospite” dedicato a Pier Paolo Pasolini, solo per citarne alcuni, Motus ampia la ricerca nel campo teatrale creando una scatola viva dove il cinema e le sue tecniche più destabilizzanti rendono il teatro uno spazio vivo per riflessioni attuali e coinvolgenti, quanto complesse. Con il progetto in corso, il teatro di Motus cerca di entrare dentro i concetti idealizzati attraverso le residenze dove danza, teatro, musica e video assumono nuovi significati. L’11 Gennaio andrà in scena “Crac” un corollario non teatrale del progetto, performance in linea per Silvia Calderoni, attrice storica del gruppo, che sola in scena pattina con i piedi legati per 25 minuti eseguendo una straziante partitura fisica di emergenza. In scena alle 19 e alle 21.15. Infine la stessa sera alle ore 22.15 sarà proiettato “Ics_Note per un film” (dal movimento primo di racconti crudeli della giovinezza). Per maggiori informazioni sui Motus http://www.motusonline.com e sul progetto Ics http://ics.motusonline.com/XD_IT.pdf
di Damiano Usala