Home > Webzine > Booktrailers: premiazione per due classi del Liceo Dante
mercoledì 21 ottobre 2020

Booktrailers: premiazione per due classi del Liceo Dante

29-06-2009

Si è tenuta il 29 maggio la premiazione del laboratorio Booktrailers per due classi del Liceo Dante di Firenze. Booktrailers è l'iniziativa che rientra nel progetto "Firenze città dei lettori", con l'obiettivo di coinvolgere i giovani lettori nell'apprendimento delle tecniche e delle modalità di produzione di un booktrailer, ossia un cortometraggio che presenta un libro, di narrativa, poesia o saggistica.

Ecco i commenti degli studenti:

Il Progetto Booktrailers è un'esperienza affrontata da due classi del nostro Liceo, il Dante, sicuramente con lo scopo formativo di migliorare il lavoro di squadra e di insegnarci a comprendere e rielaborare un libro, ma anche un modo originale e divertente per imparare, in un posto diverso dalla nostra classe.
(Beatrice B.)

L'aspetto più bello del progetto è stato a mio parere la libertà di espressione pur rimanendo sempre fedeli al testo e lo stimolo alla creatività. Una creatività non fine a se stessa, ma mezzo di comunicazione e attrattiva verso la lettura dei libri.
(Riccardo F.)

Fare una sceneggiatura e riuscire a portarla sullo schermo è effettivamente un lavoro molto complesso; entrare in contatto con l'autore, nel corso del progetto, ci ha permesso di avere un quadro più completo del libro e ha facilitato sicuramente la stesura della sceneggiatura.
(Viola N.)

E' stato curioso vedere come uno stesso libro possa offrire chiavi di lettura molto diverse tra loro: all'interno di un medesimo gruppo le opinioni e le interpretazioni, in alcuni casi, erano diametralmente opposte. Questa iniziativa ci ha mostrato come sia possibile divertirsi lavorando seriamente.
(Chiara B.)

Il divertimento è stato proprio questo: provare più volte, anche sbagliando, per ottenere un risultato il più possibile simile all'idea di partenza.
(Laura A.)

Per la prima volta siamo diventati divulgatori di un libro per mezzo della nostra personale visione ed interpretazione: siamo quindi riusciti a tirar fuori noi stessi.
(Edoardo B.)

Ognuno ha il suo ruolo, nessuno è in secondo piano e tutti sono indispensabili per la buona riuscita del progetto.
(Lorenzo S.)

E' stato molto piacevole partecipare a questo progetto, poichè non solo ha permesso a noi studenti di misurarci con strumenti che, sì, fanno parte del nostro quotidiano, ma il cui uso è spesso superficiale e senza scopo; ma ci ha anche messo davanti ad una sfida creativa notevole.
(Maria Sole Z.)

L'unica cosa che rimpiango è di non aver potuto recitare e forse divertirmi ulteriormente anche, probabilmente, lavorando un pò di più, con tutti i problemi che si possono creare con la telecamera... spero solo vivamente che sarà per l'anno prossimo!
(Tobia M.)

Info: www.bibliotecadelleoblate.it