Home > Webzine > ''Innocente e calunniato'': Uffizi celebra Federico Zuccari
mercoledì 20 novembre 2019

''Innocente e calunniato'': Uffizi celebra Federico Zuccari

17-12-2009
Fino al 28 febbraio 2010 è possibile visitare "Innocente e calunniato" di Federico Zuccari al Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi. Nel quarto centenario della morte la mostra "Innocente e calunniato. Federico Zuccari (1539/40 – 1609) e le vendette d’artista" presenta al pubblico i temi di polemica e di vendetta che alcuni artisti, e in particolare Federico Zuccari, usarono per dichiararsi innocenti a fronte di calunnie e ingiustizie vere o presunte.
I soggetti della “Verità rivelata dal Tempo”, della “Verità sottratta dall’Invidia”, del “Trionfo della Virtù sull’Invidia” e quello della “Calunnia”, tema quest’ultimo che godette dai tempi dell’antichità classica di una notevole fortuna, sono affrontati con icastica originalità dallo Zuccari. Artista che nella lunga carriera in Italia e in Europa fu protagonista di una bizzarra e ricorrente contraddizione: guadagnarsi la fiducia di committenti illustri e potenti, perderne subito dopo il favore, reagire dipingendo e divulgando “vendette d’artista” foriere di ulteriori tensioni e pesanti conseguenze, per sentirsi infine un perseguitato, paragonabile a Esopo e a Dante.
Ma non è solo per il fascino esercitato da una simile personalità di pittore, letterato e teorico d’arte, che la Soprintendenza del Polo Museale fiorentino con la collaborazione di Firenze Musei ha deciso di impegnarsi in un omaggio a questo artista controverso. A Firenze rimangono infatti i 2.400 metri quadri circa di pittura (la massima estensione mai dipinta in città) dispiegati da Federico nella cupola di Santa Maria del Fiore, sempre a Firenze si trova la casa, già stata di Andrea del Sarto, che lo Zuccari abitò e abbellì con pitture murali e rilievi celebranti le arti posti sulla facciata dello studio, tutt’ora visibile in via Giusti, e inoltre a Firenze, presso il Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi, si conserva il fondo più rilevante di disegni e stampe riferibili al suo nome che per l’occasione viene interamente esposto.
Info: www.polomuseale.firenze.it