Home > Webzine > ''L'Ebreo'' con Ornella Muti al Teatro della Pergola
venerdì 15 novembre 2019

''L'Ebreo'' con Ornella Muti al Teatro della Pergola

12-02-2010
Da martedì 16 a domenica 21 febbraio al Teatro della Pergola di Firenze andrà in scena "L'Ebreo" di Giovanni Clementi con Ornella Muti, Pino Quartullo e Emilio Bonucci per la regia di Enrico Maria Lamanna. L'ebreo è la storia di una coppia travolta da un evento tanto temuto quanto atteso. Quando negli anni '40, in seguito alle leggi sulla discriminazione razziale, molti ebrei in fuga dalle città o dall'Italia abbandonavano le loro case e i loro beni, per metterle al riparo dai possibili espropri, intestavano le proprietà a dei prestanome di razza ariana, con l'accordo di rientrarne in possesso. Questo è quanto accade ai coniugi Consalvi, diventati i proprietari di un bell'appartamento nel centro di Roma, ma il ritorno del proprietario ebreo dopo 13 anni sconvolge la loro vita agiata... Punto di vista estremamente particolare nell'affrontare la tragedia dell'olocausto, quello scelto da Giovanni Clementi, che ha da subito affascinato il regista Enrico Maria Lamanna: “mi ha colpito la tematica: a me piace molto il tipo di storia ambientata in una Roma che non c'è più, la Roma del dopoguerra. Il testo è scritto in maniera deliziosa e geniale, in un romano degli anni '50 usato anche in modo spregiativo, soprattutto da Immacolata, la protagonista, una donna semplice che viveva a Tor di Valle e che si trova improvvisamente erede di alcuni palazzi a Roma e che quindi da 'burina arricchita' continua a parlare in romano ma usandolo in maniera molto violenta soprattutto verso coloro che erano come lei e non le pagano la pigione e verso l'ebreo del titolo. La storia nasce dal fatto che molti palazzi della Roma antica appartengono a persone che tu non immagineresti perché, come mi spiegò Giovanni Clementi, molte famiglie ebree borghesi durante la guerra lasciarono i propri palazzi alla servitù con l'impegno di riaverli indietro se fossero tornati dai campi di concentramento. I problemi nascevano quando al ritorno dell'ebreo la nuova proprietaria non voleva ridare indietro le proprietà, questo tema mi è piaciuto molto da subito”. A dare corpo e voce a Immacolata, la moglie del ragionier Consalvi, Lamanna ha scelto una delle attrici più amate del nostro cinema, Ornella Muti, qui al suo debutto teatrale. “Ornella è una donna molto ironica nella vita – continua Lamanna – e si diverte anche a prendersi in giro. Mi è piaciuta anche perchè appena ha letto la parte di Immacolata ha preso istintivamente la cadenza romana, ha trovato i tempi comici, ha subito colto il dramma di Immacolata con la leggerezza dell'ironia. Non ne ha fatto un personaggio cupo, anzi alla fine il pubblico parteggia per Immacolata perchè Ornella è così dinamica, forte, carismatica, ed è al suo debutto teatrale!”. Per informazioni: www.teatrodellapergola.com