Home > Webzine > ''Piccoli Grandi Musei- Per ville e per giardini''
venerdì 15 novembre 2019

''Piccoli Grandi Musei- Per ville e per giardini''

30-06-2010
L’edizione 2010 di "Piccoli Grandi Musei- Per ville e per giardini" (dal 17 giugno al 14 novembre) propone quest'anno la riscoperta di cinque perle alle porte di Firenze. Prima tappa del tour la tardo barocca Villa Corsini di Castello, che nell’occasione rinasce riallestita come Antiquarium del Museo Archeologico Nazionale di Firenze. Ed è appunto in questo contesto che tornerà a mostrarsi in pubblico, dopo circa mezzo secolo e restauri delicati, il celebre Apollo saettante di epoca romana alluvionato nel 1966 insieme a gran parte del Museo Archeologico. Spontandoci a Sesto Fiorentino, riveste un'eccezionale importanza la tomba etrusca della Montagnola, che nell’ambito di PGM riapre al pubblico per la prima volta dopo un decennio di restauri. Si tratta di una Thólos praticamente intatta, ossia il sepolcro a cupola tra i meglio conservati del mondo etrusco. Presso il giardino della Villa Medicea di Castello, invece "Piccoli Grandi Musei" propone un percorso tra gli agrumi e curiosità botaniche, tra cui da ammirare c’è la mitica e unica Bizzarria, frutto geneticamente monstrum di tre specie diverse (limone, arancio amaro e cedro), che nel Seicento fece l’invidia dei Medici in tutta Europa. Villa della Petraia è poco oltre. I Medici l’acquistarono alla metà del Cinquecento e dal palazzotto di campagna che originariamente era, la trasformarono in una delle loro dimore principesche più eleganti. Nella circostanza ospiterà la mostra "Preziosi tesori in Villa" centrata sull’Incoronazione della Vergine, capolavoro di scuola Botticelliana particolarmente suggestivo. Ultima perla, il Museo Ginori offre un’esposizione di ceramiche di Doccia dedicate al mito della celeberrima Venere de’ Medici, indiscussa e gloria tra le glorie marmoree degli Uffizi, la scultura è stata per secoli modello di bellezza femminile. Per maggiori informazioni: www.villegiardinifirenze.it