Home > Webzine > Maggio parole, percorso di letture intorno al pensiero di Paolo Grassi
mercoledì 13 novembre 2019

Maggio parole, percorso di letture intorno al pensiero di Paolo Grassi

14-06-2011
Martedì 14 giugno Alessio Pizzech, Elena D’Anna e gli allievi attori dellaCompagnia teatrale universitaria Binario di scambio, prendono spunto da "La Tempesta" di William Shakespeare e dalla rievocazione dello storico allestimento del 1948 al Giardino di Boboli in Firenze, per leggere alcuni passi della pièce shakespiriana, alle ore 18.00, a Palazzo Strozzi, Gabinetto Vieusseux, Sala Ferri.
E' una rievocazione che nasce dal ricordo di un leggendario spettacolo fiorentino, e dalla volontà di ripercorrere alcune fra le letture più amate di Paolo Grassi.
Attraverso la presenza di Giulia Lazzarini, Luciano Alberti, Bruno Bartoletti e Leonardo Pinzauti, verranno evocati quei legami arcani che legano parola e musica, epos e melos e che albergano spesso in quelle suggestioni che emergono da luoghi ed attori, ed dai testi che da loro traggono vita, e che indelebili vengono iscritti nelle memorie, collettive e personali.
Curioso segnalare come questo intersecarsi di ricordi, che mirano a richiamare alla memoria il celebre drammaturgo inglese ed il leggendario allestimento del 1948, alla Vasca dei Cigni del Giardino di Boboli, avvenga a 400 anni esatti dalla prima rappresentazione de The Tempest: era il 1° novembre 1611, presso il Whitehall Palace di Londra.
Dagli annali del Teatro del Maggio si apprende che il Piccolo Teatro di Milano (che aveva iniziato la sua attività il 2 maggio 1947), portò The Tempest a Firenze alla sua seconda stagione, in occasione dell’11° Festival del Maggio Musicale Fiorentino, per sette recite, dal 6 al 13 giugno 1948.
Questo percorso itinerante, in collaborazione con il Festival del Maggio Musicale Fiorentino, costituisce il secondo ed ultimo appuntamento della sezione "Maggio Parole", mini rassegna iniziata il 26 maggio scorso con "Il tempo" di Gustav Mahler, andato in scena al Piccolo Teatro di Firenze, interpretato da due affabulatori d’eccezione: Massimiliano Finazzer Flory e Quirino Principe.
Ingresso libero fino ad esaurimento posti.
Info: www.maggiofiorentino.com