Home > Webzine > Mostra fotografica di ''Beto & Ribbon'' al GLUE Alternative Concept Space
giovedì 14 novembre 2019

Mostra fotografica di ''Beto & Ribbon'' al GLUE Alternative Concept Space

14-06-2011

Dal 14 al 29 giugno 2011 presso il GLUE Alternative Concept Space (viale Manfredo Fanti, 20 – Firenze) si terrà la mostra fotografica di "Beto & Ribbon" con testi di Antonio Silvestri e musiche de l'Idiota (al secolo Fabrizio Panizzi). Suggestione e suggestioni, piani in continuo movimento, fotografia e scrittura che si mescolano, si abbracciano, si avvolgono. La collaborazione tra Beto, Ribbon e Antonio genera mondi dagli effetti estranianti a chi guarda. Chi guarda può leggere, chi legge può guardare, chi guarda vede, o può creare un nuovo senso (intenso come sensoriale) ad hoc che aumenti la propria percezione. Beto, Ribbon e Antonio vogliono rendere possibili più cose in un momento solo.

Chi sono Beto, Ribbon e Antonio?

Beto nasce a Pisa nel 1981. 8 anni dopo nel 1989 a Firenze nasce Ribbon. Antonio è nato pure lui. I tre provengono da esperienze diverse. Beto è un informatico e un musicista. Ribbon è diplomata in incisione. Antonio è un laureando in Economia, un compositore, un poeta. Beto conosce Ribbon nel 2010 e nasce una simbiosi, uno scambio. Beto trova in Ribbon il suo input per avvicinarsi alla fotografia, al reparto video della vita. Essendo stato Beto fino a quel momento un essere totalmente musicale aveva paura che non ci fosse più spazio. E invece Beto ora sta scoprendo un suo modo di utilizzare il mezzo, influenzato dalla bellezza delle opere di Ribbon e suggestionato dai testi di Antonio. Ribbon ha dato fiducia a Beto, Beto ha colto l’attimo, e ora sviluppano insieme progetti visivi, influenzandosi a vicenda. Ribbon è un fiore. Beto se lo fa sbocciare addosso. La collaborazione fra i 3 genera un modo suggestivo per distaccarsi dalla realtà, un continuo movimento di piani, comandato sia dalla fotografia che dalle parole, dalle poesie. Suggestione è la parola che li accomuna.

E L'idiota?

L'idiota nasce trentuno anni fa in una Pisa desolata ed ignara della sua presenza.
Ben presto emerge da uno dei quartieri simbolo del sottoproletariato urbano per entrare in contatto coi figli della borghesia bene del pisano, con i quali attraversa la fase Grunge, distinguendosi per coerenza e zelo nel seguire i principi del vero alternativo.
Nel 2003 la stagione del ritorno all’ordine, coincidente con l'abbandono dell'inglese come lingua espressivo/espettorante e della chitarra elettrica in favore della chitarra acustica.
Nel 2004 entra nella band “Una pura formalità” in cui tuttora milita, riuscendo ad ottenere l'ingresso ad una semifinale del Rock Contest e la pubblicazione del testo della canzone “Il mio elogio della polvere” nella antologia dell'anno 2010 del premio letterario nazionale “Albero Andronico”.
Nel dicembre 2010 inizia il suo progetto solista attraverso il quale si assume tutta la responsabilità della propria idiozia. Ad inizio di gennaio 2011 esce in rete il suo primo L.P. “Santo Subito” diffuso esclusivamente in free sharing.

Per informazioni: www.gluefirenze.com