Città di Firenze
Home > Portale Donna > Agevolazioni > Incentivi alle imprese femminili innovative montane
venerdì 19 aprile 2024

Incentivi alle imprese femminili innovative montane

14-07-2023

Il Dipartimento per gli affari regionali e le autonomie (DARA) della Presidenza del Consiglio dei Ministri promuove la misura di incentivazione "Imprese femminili innovative montane – IFIM". La misura finanzia i programmi di investimento ad alto contenuto tecnologico e innovativo sostenuti da imprese femminili dei Comuni montani indicati nell'avviso. L'incentivo è gestito da Invitalia e le domande potranno essere presentate al link: https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/imprese-innovative-femminili-montane-ifim 

le imprese che presentano la domanda dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: essere regolarmente costituite e iscritte nell'apposita sezione speciale del Registro delle imprese di cui all'articolo 25, comma 8, del decreto-legge n. 179/2012; essere costituite da non più di sessanta mesi; essere di piccola dimensione. Ciascuna impresa può presentare una sola domanda.

Gli incentivi possono essere richiesti per l'acquisto di: impianti, macchinari e attrezzature tecnologici; hardware e software; brevetti e licenze; certificazioni purché direttamente correlate alle esigenze produttive e gestionali dell'impresa e legate al programma d'investimento presentato; consulenze specialistiche tecnologiche nella misura massima del 20% del totale delle spese di cui ai punti precedenti.

Il Programma d'investimento deve essere: mirato allo sviluppo di prodotti, servizi o soluzioni caratterizzati da un significativo contenuto tecnologico e innovativo, e/o finalizzato alla valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca. Inoltre il Programma d'investimento deve presentare spese non superiori a 100.000 euro; deve essere avviato successivamente alla presentazione della domanda; deve essere realizzato entro 18 mesi dalla data del provvedimento di ammissione alle agevolazioni. 

Le agevolazioni previste si sostanziano in un contributo a fondo perduto: per un importo non superiore al 70% delle spese ammissibili. 

Per maggiori informazioni: www.affariregionali.it - www.invitalia.it

CB