Home > Informazioni > Occasioni > Spazi Sospesi: workshop per la riqualificazione di piazza Stazione di Firenze
domenica 23 febbraio 2020

Spazi Sospesi: workshop per la riqualificazione di piazza Stazione di Firenze

08-11-2019
Da venerdì 8 a domenica 10 Novembre, è in programma alla Palazzina Reale di piazza Stazione, sede di Ordine e Fondazione Architetti Firenze, il laboratorio operativo aperto a tutti i cittadini nell'ambito del progetto "Spazi Sospesi".

L'obiettivo del workshop è quello di avviare una riflessione condivisa che consenta di ridare significato al progetto della Palazzina Reale nel suo complesso, svelare quali possano essere i suoi destini non ancora riconosciuti, ottimizzare il suo articolato sistema di percorribilità interna ed esterna al livello del piano terra. Recuperare e ripensare insomma il rapporto tra la Palazzina Reale, la sua area esterna e il contesto urbano in cui sono inserite, quello centralissimo di piazza Stazione.

Tre i giorni nel corso dei quali si svilupperà l'iniziativa: venerdì 8 novembre è prevista la mattina una discussione con rappresentanti di Comune, Soprintendenza, Firenze Fiera e Fondazione Michelucci, a cui è stata invitata a partecipare anche Grandi Stazioni, mentre nel pomeriggio l'avvio del laboratorio operativo, che proseguirà poi per tutte le giornate di sabato 9 e domenica 10 novembre, durante cui Ground Action coordinerà una istallazione-azione per valorizzare alcuni spazi della Palazzina Reale, con l'obiettivo, attraverso un allestimento temporaneo, di svelarne gli spazi interni ed esterni e le loro potenzialità. Il tutto si concluderà domenica pomeriggio, con performance, messa in scena e la presentazione del lavoro svolto.

"Allo stato attuale il sistema di spazi e percorsi che si trovano al piano terra della Palazzina Reale rappresenta uno spazio sottoutilizzato, o per lo meno abitato parzialmente e comunque poco vissuto nel senso di una valorizzazione della bellezza e delle potenzialità che possono essere nuovamente svelate”, spiegano gli organizzatori del laboratorio operativo, durante il quale Ground Action renderà la Palazzina Reale una sorta di set cinematografico “in cui attuare una rappresentazione che sappia mettere in scena, in modo diretto, la versatilità e l’estrema articolazione dello spazio architettonico".

Fra le principali criticità individuate da parte degli organizzatori ci sono "la mancanza di unitarietà dello spazio pubblico al piano terra, l'isolamento e la marginalità dello spazio dell’Esedra rispetto all’intorno, la scarsa accessibilità e la mancanza di un agevole sistema di orientamento", viene spiegato.

"Spazi Sospesi" è un ciclo di incontri e passeggiate urbane tenuti da architetti italiani e stranieri protagonisti di interventi sugli spazi pubblici, per indagare le aree irrisolte o indeterminate di Firenze e alimentare una riflessione per innescare un dibattito consapevole intorno a possibili azioni da avviare nel breve periodo negli spazi della città. Il progetto, promosso da Ordine degli Architetti, Fondazione Architetti e Comune di Firenze, con la curatela scientifica di Ground Action, ha preso il via a fine settembre occupandosi di piazzale Vittorio Veneto, ed è proseguito a ottobre, quando al centro dell'attenzione è stata messa piazza Luigi Dalla Piccola. L'appuntamento successivo, il 22 e 23 novembre prossimi, sarà dedicato a viale Tanini.

Il laboratorio è aperto gratuitamente a tutti i cittadini, mentre gli architetti che vorranno ricevere i crediti formativi dovranno iscriversi e seguire le procedure indicate sul sito.

Ulteriori informazion: www.architettifirenze.it  

AC