Home > Informazioni > Occasioni > Lo schermo dell'arte: Open Call "Visio-European Programme on Artists' Moving Images"
venerdì 24 settembre 2021

Lo schermo dell'arte: Open Call "Visio-European Programme on Artists' Moving Images"

10-09-2021
Lo schermo dell'arte annuncia la Open Call per la decima edizione di "Visio-European Programme on Artists’ Moving Images", un progetto di ricerca e residenza dedicato ad artisti che utilizzano le immagini in movimento nella loro pratica artistica.

Il progetto, a cura di Leonardo Bigazzi, si terrà a Firenze dal 9 al 14 novembre 2021 nell’ambito della XIV edizione dello Schermo dell’arte – festival di cinema e arte contemporanea ed è rivolto a 12 giovani artisti italiani ed europei che lavorano con le immagini in movimento. I partecipanti saranno selezionati in collaborazione con alcune delle più importanti accademie, scuole d’arte e residenze per artisti europee. Le candidature dovranno essere inviate entro domenica 26 settembre 2021 a visio@schermodellarte.org 

Promuovendo il confronto e la mobilità internazionale di giovani creativi, VISIO ha favorito in questi anni lo sviluppo di un network europeo tra istituzioni, artisti e professionisti che lavorano con le moving images creando anche un importante archivio di una nuova generazione di artisti europei o residenti in Europa. Sono oltre 900 gli artisti che hanno partecipato al processo di selezione delle precedenti edizioni.

VISIO è strutturato in una mostra e una serie di seminari, tavole rotonde e incontri. La mostra con le opere dei partecipanti, intitolata, Thinking Beyond – Moving Images for a Post-Pandemic World è prodotta per il secondo anno consecutivo con NAM – Not A Museum, il programma dell’arte contemporanea di Manifattura Tabacchi, quartiere per la città e un centrombre 2021 negli spazi di Manifattura Tabacchi, ex complesso industriale in stile razionalista oggi al centro di un importante progetto di rigenerazione urbana che si propone di dar vita a un nuovo . Sarà allestita dal 9 novembre al 12 dicembre 2021 negli spazi di Manifattura Tabacchi, ex complesso industriale in stile razionalista oggi al centro di un importante progetto di rigenerazione urbana che si propone di dar vita a un nuovo centro per la cultura contemporanea ( https://www.manifatturatabacchi.com/progetto/ ).

La crisi globale dovuta alla pandemia di COVID-19 ha messo in luce le nostre fragilità ma anche la straordinaria resistenza della comunità umana. Rispetto ad una società sempre più polarizzata e divisa da conflitti costanti, appare ancora più urgente liberarsi della paura e della mancanza di fiducia diffusa che amplifica il nostro senso di incertezza verso il futuro.

Che ruolo può avere l’arte in questo processo di ricerca di nuovi punti di riferimento? Come contribuiscono gli artisti alla costruzione di una narrazione collettiva in grado di immaginare nuove alleanze e modelli alternativi da cui ripartire? Quali riflessioni sono oggi possibili e necessarie per indagare la realtà, senza però cedere al pessimismo dominante? Thinking Beyond – Moving Images for a Post-Pandemic World intende celebrare il potere trasformativo dell’arte e la capacità degli artisti di leggere situazioni tragiche e traumatiche come occasioni generative. La mostra presenterà dodici film, video e installazioni e un programma pubblico di eventi anche online.

Thinking Beyond – Moving Images for a Post-Pandemic World è il secondo appuntamento di un ciclo di mostre, inaugurato nel 2020 con Resisting the Trouble – Moving Images in Times of Crisis, che intende riflettere sulle modalità con cui gli artisti si relazionano alla complessità del presente superando canoni e modelli consolidati e immaginando nuovi mondi possibili.

È confermato il VISIO Young Talent Acquisition Prize (VII edizione). Il Premio consiste nell’acquisizione di un’opera di uno degli artisti partecipanti da parte della Seven Gravity Collection, collezione privata italiana interamente dedicata alle opere video di artisti contemporanei.

Per ulteriori informazioni: www.schermodellarte.org