Home > Informazioni > Occasioni > "Premio Inge Feltrinelli. Raccontare il mondo, difendere i diritti" rivolto a donne e giovani
giovedì 06 ottobre 2022

"Premio Inge Feltrinelli. Raccontare il mondo, difendere i diritti" rivolto a donne e giovani

12-09-2022
Fondazione Giangiacomo Feltrinelli e Gruppo Feltrinelli presentano la prima edizione del "Premio Inge FeltrinelliRaccontare il mondo, difendere i diritti", in onore di Inge Schönthal Feltrinelli, della sua inesauribile curiosità, del suo impegno nell'editoria, del suo operato come giornalista e fotografa, del suo attivismo per una cultura libera e senza muri. Il Premio, che ha come soci promotori anche BookCity, AIE e la Scuola Librai Achille e Elisabetta Mauri, si rivolge alle donne e alle nuove generazioni che, attraverso libri, racconti, inchieste e reportage, rendono la parola e la fotografia veicolo di partecipazione civile, in difesa dei diritti umani.

Nella convinzione che la strada dei diritti è in continua costruzione e che per cambiare il mondo serve raccontare storie, questo progetto intende raccogliere e amplificare le voci di chi fa inchiesta sui diritti oltraggiati, fare da megafono ai perseguitati, alle aspirazioni tradite e silenziate, alle richieste di aiuto, affinché queste siano ascoltate dalla comunità internazionale.

Regina dell'editoria internazionale dall'accento tedesco e icona della cultura italiana, prima che editrice – per sopravvivere alle privazioni del dopoguerra – Inge Schönthal Feltrinelli fu giornalista e fotografa in giro per il mondo, diventando in pochissimo tempo – grazie alla sua determinazione e al suo coraggio – una fotoreporter affermata. Negli anni Cinquanta trascorse un lungo periodo negli Stati Uniti dove ebbe modo di ritrarre politici come John Kennedy e Winston Churchill; scrittori come Ernest Hemingway e Günter Grass; pittori come Picasso e Chagall. Venuta a Milano, dal 1960 non solo ha aperto le porte della casa editrice a chiunque volesse essere ascoltato, con intelligenza umana e intellettuale, ma, libera ed empatica, ha anche contribuito a rendere il marchio Feltrinelli un simbolo di un collettivo culturale mondiale, un luogo cosmopolitico di incontro e abilitazione.  

Il Premio Inge Feltrinelli si suddivide in tre categorie:
Diritti violati, che si rivolge a giornaliste di genere femminile di ogni età e nazionalità e a lavori che combinano reporting documentario in forma scritta e reportage fotografico e che mettano al centro la denuncia dei soprusi e la difesa dei diritti fondamentali della persona, cardine imprescindibile su cui costruire una convivenza fondata su pace, libertà e giustizia.
Diritti in costruzione, che si rivolge a scrittrici di genere femminile di ogni età e premia opere di fiction e non fiction scritte o tradotte in lingua italiana – già pubblicate – che si concentrino sulla denuncia dei soprusi e l'emersione e promozione di nuovi diritti e nuove forme di rivendicazione.
Diritti in pratica. Una categoria dedicata alle nuove generazioni – scuole secondarie di secondo grado – per la produzione di idee progettuali che riguardano lo sviluppo di podcast di inchiesta (minimo 3 episodi). Da sempre capaci di percepire in modo inedito e spesso empatico storture, iniquità, prepotenze, qui sono le ragazze e i ragazzi a mettersi in gioco per guidare il cambiamento.

A definire la cinquina dei finalisti delle tre categorie sarà un comitato composto da alcuni tra i nomi più importanti del giornalismo d'inchiesta, come Francesca MannocchiGad LernerArianna Ciccone (Co-fondatrice e direttrice Festival Internazionale del Giornalismo), Giulia ZoliPaola Caridi (saggista e storica), Monika Bulaj (reporter e giornalista), Simonetta Gola, Fabio Lo Verso e Lorenzo Bagnoli. I vincitori e le menzioni speciali saranno decretati da una giuria internazionale composta da: Carlo Feltrinelli, Alessandra CarraBurhan Sonmez (Presidente dell'associazione Pen International), la scrittrice Herta MullerRiccardo Noury (Amnesty International), l'editore spagnolo Jeorge Herralde, il giornalista Ezio MauroCecilia Strada (ResQ – People Saving People), lo scrittore Cristoph Ransmayr, la giornalista Simonetta Fiori, l'insegnante e autore Franco Lorenzoni e la scrittrice Simonetta Agnello Hornby e la giornalista Lucia Annunziata.

Alla votazione per la seconda categoria contribuirà anche una giuria popolare. La cerimonia di premiazione della prima edizione del Premio Inge Feltrinelli si terrà nella sede di Fondazione Feltrinelli di Viale Pasubio (MI) l'8 marzo 2023.

Le candidature dovranno essere inviate entro il 16 novembre 2022.

Per maggiori informazioni: www.premioingefeltrinelli.it