Home > Informazioni > Scuola & Formazione > Al via il bando 'PINS 4' per l'innovazione, il recupero, il nuovo impiego di spazi educativi
giovedì 21 novembre 2019

Al via il bando 'PINS 4' per l'innovazione, il recupero, il nuovo impiego di spazi educativi

11-06-2019

Alla sua quarta edizione torna il bando PINS per l’innovazione, il recupero e il nuovo impiego di spazi educativi, che quest’anno ha anche una novità sperimentale: il ‘Pronto Insegnanti’, ovvero la possibilità di presentare progetti di accompagnamento didattico extrascolastico con il coinvolgimento degli insegnanti in pensione. L’iniziativa è promossa da Fondazione CR Firenze che mette a disposizione un contributo di 200 mila euro, realizzata in collaborazione con l'Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana e con l’Associazione Nazionale Dirigenti Pubblici e Alte Professionalità della Scuola – ANP. Il bando resta aperto fino al 5 agosto. È stato presentato questa mattina da Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze e da Valerio Vagnoli, del Gruppo di Firenze per la scuola del merito e della responsabilità e da Gianni Camici, segretario provinciale dell’ANP.

Il bando PINS nasce dalla convinzione che ambienti funzionali all'apprendimento aiutino e favoriscano la motivazione degli studenti e la loro percezione dello star bene a scuola. Tali spazi sono anche in grado di ridefinire relazioni educative efficaci. Vengono sollecitate proposte su una o entrambe le seguenti linee di azione: l'abbellimento degli spazi e acquisizione delle attrezzature per il sostegno alla didattica; il recupero di spazi vuoti o non utilizzati volti a promuovere l'apertura della scuola al territorio; e l’attivazione del ‘Pronto Insegnanti’. Quest’ultimo prevede che il coinvolgimento di insegnanti in pensione che vogliono contribuire allo sviluppo della comunità scolastica. Le modalità di reclutamento sono a discrezione della scuola, l’unico vincolo sarà il monte orario minimo di 30 ore annue per almeno cinque docenti volontari. Ciascun progetto può essere finanziato con un massimo di 20mila euro. Il contributo della Fondazione si rivolge alle primarie e secondarie di primo grado e da quest’anno anche di secondo grado, pubbliche e paritarie, della Città Metropolitana di Firenze e delle Province di Firenze, Arezzo e Grosseto. Mentre la sperimentazione del ‘Pronto Insegnanti’ si rivolge, proprio perché in via sperimentale, solo ai Comuni dell’area metropolitana di Firenze. Si può fare domanda esclusivamente online sul sito www.fondazionecrfirenze.it  nella sezione Bandi Tematici.

“La Fondazione CR Firenze ha da tempo accolto la sfida di accompagnare la Scuola nel futuro – afferma Gabriele Gori, Direttore Generale di Fondazione CR Firenze – e ha scelto di farlo insieme con la Scuola e la comunità educante. Per questo rinnoviamo con particolare convinzione questo bando per le scuole che da quest’anno si presenta con un elemento importante di novità, legato al ‘Pronto Insegnanti’. La scuola è il luogo dove gli studenti imparano a diventare innanzitutto cittadini, ma anche ad entrare nel mondo del lavoro e lasciare un segno nella propria comunità”. 

"Con 'Pronto Insegnanti' si avvia una nuova iniziativa sostenuta anch'essa dalla Fondazione CR Firenze e organizzata con la collaborazione dell'Associazione Nazionale Presidi. Perché si possa realizzare sarà determinante la disponibilità dei Docenti in pensione a offrire la loro esperienza al servizio delle scuole e in particolare di quei ragazzi che al di fuori del normale tempo scuola potranno grazie a loro avvalersi di attività di recupero e approfondimento sia individuale che di gruppo", conclude Valerio Vagnoli, ex dirigente scolastico e membro del Gruppo di Firenze per la scuola del merito e della responsabilità.

Per maggiori informazioni: www.fondazionecrfirenze.it