Home > Informazioni > Università > Il giardino delle rotelle mancanti. Installazione di arte contemporanea all’Orto Botanico
martedì 10 dicembre 2019

Il giardino delle rotelle mancanti. Installazione di arte contemporanea all’Orto Botanico

10-05-2019

Un’installazione artistica che richiama le tragedie della storia umana, quando la ragione cede il passo alla follia. E’ “Il giardino delle rotelle mancanti”, opera d’arte di Ornella Ricca e Pietro Spagnoli, la cui esposizione si inaugura, venerdì 10 maggio all’Orto Botanico dell’Università di Firenze (ore 15,30 - via Pier Antonio Micheli, 3).

La realizzazione è composta da cento rotelle arrugginite e consumate dal tempo, appese a steli di ferro che ricordano altrettante date in cui il genere umano ha “perso una rotella”. La prima data ricordata è il 14 luglio 1938, giorno della pubblicazione del Manifesto della razza, che in Italia aprì la strada alla promulgazione delle leggi razziali.

All’inaugurazione intervengono il presidente del Sistema Museale di Ateneo Marco Benvenuti, Elisabetta Cioppi (referente della sede museale di Via La Pira), e i curatori della mostra Ornella Ricca e Pietro Spagnoli.

Il Sistema Museale dell’Università di Firenze aderisce all’invito della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane (CRUI) di ospitare in tutti gli atenei italiani l’installazione artistica, che è stata esposta per la prima volta a Pisa il 20 settembre scorso, in occasione della “cerimonia delle scuse” del mondo accademico italiano per le leggi razziali. L’installazione rimarrà visibile a Firenze fino al 10 giugno.