Home > Informazioni > Università > Diritto alla studio universitario: bando per assegnazione borse di studio e posti alloggio
martedì 24 novembre 2020

Diritto alla studio universitario: bando per assegnazione borse di studio e posti alloggio

15-07-2020
La Regione Toscana, nell’ambito del progetto Giovanisì, promuove il bando relativo alla concessione di borse di studio e posti alloggio per l’a.a. 2020/2021 rivolto a studenti. Il bando è inserito tra le misure del Diritto allo studio universitario per l’anno accademico 2020/2021. Il soggetto gestore della misura è l’Azienda regionale per il Diritto allo Studio Universitario della Toscana (DSU).

Il concorso è rivolto a coloro che intendono frequentare o già frequentano uno dei corsi di laurea delle Università e degli Istituti di alta formazione presenti nel territorio della regione in possesso di determinati requisiti economici. I vincitori della borsa otterranno un contributo monetario, l'accesso gratuito alle mense universitarie e, per i fuori sede, la possibilità di soggiornare in una delle residenze universitarie del DSU Toscana, oltre l’esenzione dal pagamento delle tasse universitarie concessa dai maggiori Atenei.

La scadenza per la presentazione della domanda è fissata per le ore 13.00 del 4 settembre 2020.

Possono presentare domanda gli studenti di corsi di laurea triennale, corsi di laurea magistrale/magistrale a ciclo unico (o che intendono iscriversi successivamente agli esiti di eventuali test o prove di ammissione), di una delle seguenti Università:

- per la sede di Firenze: Università di Firenze, Conservatorio Cherubini, Accademia di Belle Arti, Accademia Italiana di Arte, Moda e Design, Opificio delle Pietre Dure, Scuola di Musica di Fiesole, Istituto Superiore per le Industrie Artistiche e Libera Accademia di Belle Arti di Firenze;
- per la sede di Pisa: Università di Pisa, Accademia di Belle Arti di Carrara, Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Pisa, Istituti Musicali “Mascagni” di Livorno e “Boccherini” di Lucca e Istituto Modartech di Pontedera;
- per la sede di Siena: Università di Siena, Università per Stranieri, Istituto Musicale Rinaldo Franci e Siena Jazz University.

Innalzati i valori di riferimento degli indicatori della situazione economica equivalente Isee e della situazione patrimoniale equivalente Ispe che salgono, rispettivamente, a 23.600,00 euro e a 51.300 euro, permettendo ad una numero maggiore di studenti di poter ottenere i benefici.

La novità più rilevante per l’anno accademico 20/21 riguarda i requisiti di merito ed è rappresentata dal bonus straordinario di 5 crediti per gli studenti iscritti agli atenei e di 10 crediti per gli studenti iscritti agli istituti, accademie e conservatori, introdotta in conseguenza dell’emergenza Covid-19. Il bonus straordinario verrà conteggiato automaticamente dalla procedura informatica qualora lo studente non raggiunga il requisito di merito con i crediti effettivamente conseguiti utilizzando anche tutto il bonus ordinario e non darà luogo a bonus residui. Gli studenti che faranno ricorso a questo strumento verranno collocati in una graduatoria specifica e la borsa di studio sarà garantita previa totale copertura della graduatoria ordinaria. In merito alle assegnazioni di alloggio in residenza, i borsisti beneficiari che hanno fatto ricorso al bonus straordinario potranno accedere al contributo affitto e saranno convocati per il posto letto a seguito di esaurimento della graduatoria ordinaria.

Aumenterà inoltre la quota di riserva destinata alle convocazioni nelle Residenze Universitarie dei nuovi immatricolati che sale da 215 a 265 posti alloggio.

Continuerà ad essere erogato il contributo affitto, concesso agli assegnatari di posto alloggio che, in attesa della convocazione in una delle Residenze Universitarie del DSU Toscana, devono trovare sistemazione nel mercato privato e viene posta la solita attenzione agli studenti disabili riservando parametri Isee ed Ispe differenziati e con soglie più alte rispetto alla generalità degli iscritti e il contestuale riconoscimento della priorità di assegnazione del posto alloggio.

Gli studenti stranieri già vincitori di borsa di studio nell’anno accademico 2019/2020 che intendono ripresentare domanda per l'anno successivo ma nell’ambito dello stesso ciclo di studi potranno confermare i propri dati economico-patrimoniali, se la loro situazione non ha subito cambiamenti rispetto all’anno precedente, dichiarando nella domanda l’assenza di variazioni rispetto alla condizione rappresentata nel concorso 19/20 senza dover allegare la documentazione relativa al requisito economico. La norma non è valida per gli studenti del ciclo unico che si iscrivono al quarto anno e devono ripresentare la documentazione.

Per partecipare al concorso per l’assegnazione della borsa di studio e posto alloggio è necessario compilare l'apposita domanda presente sul "Portale dei Servizi on Line" accessibile dal sito www.dsu.toscana.it nel quale sono reperibili tutte le informazioni in merito, inserendo i dati relativi alla Dichiarazione Sostitutiva Unica valida per le prestazioni per il Diritto allo Studio Universitario relativamente al codice fiscale dello studente richiedente il beneficio. Gli studenti potranno accedere al Portale dei Servizi On Line anche attraverso SPID.

Infine, per aiutare gli studenti universitari borsisti che non trovano immediatamente posto nelle residenze, ma anche gli studenti che non hanno i requisiti per la borsa di studio e alloggio, nell’individuazione di una sistemazione, favorendo una ricerca spesso difficile, è possibile consultare la piattaforma “cerco alloggio” raggiungibile sempre dal sito del DSU Toscana che consente l’incontro certificato ed affidabile tra domanda e offerta di alloggi privati.

Per tutti i dettagli sui requisiti di partecipazione, modalità, scadenze si prega di leggere il bando integrale pubblicato sul sito www.dsu.toscana.it