Home > Informazioni > Università > "Esplosioni stellari", incontro con Matteo Bugli all'Osservatorio Polifunzionale del Chianti
mercoledì 28 settembre 2022

"Esplosioni stellari", incontro con Matteo Bugli all'Osservatorio Polifunzionale del Chianti

25-02-2022
Venerdì 25 febbraio 2022, alle ore 21.30, presso l'Osservatorio Polifunzionale del Chianti è in programma, per il Ciclo di conferenze "Le Frontiere dell'Astrofisica", l'incontro online "Esplosioni stellari: come da una supernova nasce una stella di neutroni" con Matteo Bugli (Département d'Astrophysique CEA Saclay). Moderatore: Lorenzo Betti (Università degli Studi di Firenze, Osservatorio Polifunzionale del Chianti).

Quando una stella massiccia raggiunge la fine della propria vita avviene uno dei fenomeni più violenti e spettacolari dell’Universo: il collasso gravitazionale della stella e la sua esplosione in supernova.
Questo evento, oltre ad essere accompagnato da una straordinaria emissione di luce, segna anche l’inizio di una nuova fase per la stella, che lascia infatti dietro di sé una serie di elementi pesanti creati durante l’esplosione e un oggetto centrale compatto che può essere una stella di neutroni o un buco nero.
Durante questa conferenza sarete guidati attraverso le diverse fasi della supernova, mostrando cosa può essere osservato direttamente con telescopi e cosa invece può essere dedotto a partire da modelli numerici, segnali multi-messaggero (onde gravitazionali e neutrini) e perfino esperimenti in laboratorio.
L’esplosione di una stella, per quanto possa sembrare definitiva, non è che l’inizio!
 
Dopo essersi laureato all’Università degli Studi di Firenze in Scienze Fisiche e Astrofisiche, Matteo Bugli ha conseguito il dottorato di ricerca in Astrofisica al Max Planck Institute for Astrophysics a Garching (Monaco di Baviera) con una tesi sulla modellizzazione numerica di dischi di accrescimento magnetizzati attorno a buchi neri ruotanti.
Da 4 anni è postdoc presso il dipartimento di Astrofisica di CEA - Saclay, dove studia l’esplosione di supernovae, la formazione delle cosiddette magnetar (stelle di neutroni estremamente magnetizzate) e tutti gli aspetti legati alla emissione di onde gravitazionali e neutrini associata a questi eventi.
Il suo lavoro si incentra soprattutto sulla produzione di simulazioni numeriche di magnetoidrodinamica relativistica, per le quali è necessario l’utilizzo contemporaneo di migliaia di processori disponibili su potenti supercomputer.


La conferenza si terrà in modalità live streaming ai seguenti link:

- www.twitch.tv/divulgazioneopc

- https://youtu.be/s3gOeygu_Ro

- http://live.divulgazioneopc.it 

Occorre iscriversi a Twitch.tv per poter intervenire facendo domande nella chat al relatore.


Per maggiori informazioni:
http://www.osservatoriochianti.it/
https://www.facebook.com/events/1419822948468255