Home > Webzine > Primopiano > Festival dei Diritti: W.I.F.E di Sara Santarelli e Laura Luja in mostra al Teatro Puccini e alle Murate
domenica 20 gennaio 2019

Festival dei Diritti: W.I.F.E di Sara Santarelli e Laura Luja in mostra al Teatro Puccini e alle Murate

02-11-2018
W.I.F.E (Wonderful Instrument For Enjoyment) è la mostra fotografica di Sara Santarelli con disegni di Laura Luja promossa dall'associazione Nosotras Onlus, in occasione del suo ventennale, sulle donne della comunità Munda del Bangladesh dove, grazie alla determinazione di una giovanissima, oggi i matrimoni forzati e precoci non si svolgono più. Con i disegni, realizzati da una giovane richiedente asilo, di alcune delle donne della casata dei Medici che sono state ugualmente fatte sposare in tenera età.

La rassegna si inaugura venerdì 2 Novembre alle ore 19.30 al Teatro Puccini (Via delle Cascine, 41) dove rimane esposta fino al al 30 Novembre, mentre dal 7 al 22 Dicembre sarà ospitata al Caffè Letterario Le Murate (Piazza delle Murate). L'iniziativa rientra nell'ambito del Festival dei Diritti, la rassegna giunta alla sua seconda edizione, a cura dell'Ufficio Politiche Giovanili e Pari Opportunità del Comune di Firenze, che propone una serie di appuntamenti contro la violenza sulle donne, gli stereotipi di genere e le discriminazioni Lgbti.

"Per i miei 21 anni ho deciso di partire per il Bangladesh qui ho passato due mesi assieme alle popolazioni tribali Munda nella foresta del bengala, il regno della tigre reale, qui sono stata ospitata da un gruppo di ragazze ribelli, che hanno deciso di fuggire dalle loro case per dire no ai matrimoni forzati e precoci, un grave problema di tutto il subcontinente indiano. Queste giovani donne hanno trovato rifugio in una piccola comunità gestita da un uomo italiano, che da 45 anni da servizio in questo paese aiutando i più poveri: Padre Luigi Paggi.
Da giovane donna ho deciso di abbracciare questa causa. Tra i vicini villaggi ho realizzato un progetto fotografico che documenta e mostra le storie e i volti di donne che non si sono salvate, storie reali di violenza e ingiustizia che solitamente vengono tenute nascoste per timore.
Queste donne si sono fidate di me e hanno deciso di parlare, io ho promesso loro che avrei raccontato a più gente possibile le loro testimonianze e che avrei tentato in ogni modo di far conoscere la loro realtà alle sorelle che vivono in mondi lontani."
Sara Santarelli

Per maggiori informazioni: www.nosotras.it 

Per maggiori informazioni sul Festival dei Diritti:
https://portalegiovani.comune.fi.it/pogio/news_publish/primopiano_dettaglio.php?ID_REC=16397  

RC