Home > Webzine > Primopiano > Festival Giapponese: seminari, spettacoli e cucina del Sol Levante al Visarno
sabato 19 gennaio 2019

Festival Giapponese: seminari, spettacoli e cucina del Sol Levante al Visarno

23-11-2018

Si terrà da venerdì 23 a domenica 25 novembre all’Ippodromo del Visarno a Firenze la ventesima edizione del Festival Giapponese, l’unico evento che ogni anno da 20 anni offre al pubblico la possibilità di incontrare fa vicino e sentire la cultura del Sol Levante. La manifestazione è diventato un appuntamento fisso dell’associazione culturale Lailac che ha sede a Firenze ed è sostenuta da tanti artisti e maestri giapponesi di altissimo livello, ha inoltre il patrocinio dell’Ambasciata del Giappone, il Comune di Firenze e la Regione Toscana.

Lailac opera dal 1999 in tutta Italia per avvicinare il Giappone agli italiani, già da molto prima che il “sushi” arrivasse nelle bocche di tutti già da molto prima che il Giappone diventasse una delle mete turistiche più ambite al Mondo. Attraverso queste continue attività culturali si vuole avvicinare il pubblico a degli usi e costumi ed a delle tradizioni molto lontane da quelle europee ma dove è sempre possibile trovare profonde connessioni e legami con l’Amore per l’Arte e l’Amore per la Cultura.

“Il nostro festival rivolge la massima attenzione all’eccellenza artistica e culturale” – hanno detto gli organizzatori - “e desidera soprattutto coinvolgere il pubblico offrendo loro l’occasione di indossare un kimono o di sedere come ospite ad una cerimonia del te, insomma far provare delle esperienze”.

Saranno più di 40 gli ospiti proveniente dal Giappone e oltre 50 gli appuntamenti tra cultura, spettacoli di danza, musica, arti marziali, cibo, seminari, proiezioni e workshop. Dagli origami al bento, dalla musica alla cerimonia del te, viaggi in Giappone e degustazioni di sake, il programma è suddiviso in varie aree: una dedicata agli spettacoli dal vivo e dimostrazioni di arti; una dedicata esclusivamente alle arti marziali; una dedicata al mercato degli espositori di oggettistica, abbigliamento, artigianato giapponese; un’area workshop per origami, calligrafia e un nuovo modo di comunicare: l’etegami; l’area seminari per conferenze a tema; una mostra fotografica di Koike Hisen, una celebre artigiana di bambole giapponesi che racconta “L’eleganza di Edo che vive con le bambole”; ed infine l’area Street food giapponese, alla scoperta dei cibi che vanno oltre al sushi e al sashimi, grazie alla collaborazione del Catering Giapponese Rafor e il suo stand Mangiappone.

Grande protagonista con doppio spettacolo il gruppo di danza modern-kabuki, i celebri danzatori Manjushaka, con i loro spettacolari costumi e le danze che sono un mix tra antiche tradizioni e teatro moderno. Inoltre, presentazione della Via del Te, disciplina che unisce tutte le più raffinate ed antiche arti giapponesi ma soprattutto quello dell’ospitalità.
Sarà presente anche l’Associazione Nazionale Etegami che in Giappone conta migliaia di iscritti e verrà dal Giappone con ben 21 membri, che con il loro entusiasmo e desiderio di incontrare gli italiani faranno provare l’ormai perduta esperienza di scrivere e disegnare una cartolina da inviare ad un proprio caro. Offriranno anche la possibilità di scambiare cartoline etegami con loro, dal Giappone, e farsi così un pen-friend giapponese!
Una dimostrazione dell’arte del Bushido, degli antichi samurai, curato dal maestro Tomita Takeji, ed un’esibizione di tamburi taiko e karatè a cura della Sayuri Shindo, il gruppo italiano della Kikai Dojo.
Tra gli eventi collaterali, seminari sui bonsai a cura dell’Associazione Toscana ATABS, racconti di viaggio e pellegrinaggi in Giappone, l’antica arte del massaggio shiatsu giapponese introdotta dalla Dott.ssa Patrizia Stefanini, fisico teorico e docente shiatsu a Milano e Firenze.

Ma il Festival Giapponese è anche una occasione per scoprire quanto gli italiani si siano avvicinati negli anni alle arti giapponesi ed al Giappone e come piano piano stiano assimilando e comprendendo usi e costumi di un paese così lontano e diverso. Grazie al costante lavoro dell’associazione Lailac all’evento sarà possibile vedere un intero corpo di ballo italiano eseguire la tradizionale danza nihon buyo divenuta celebre grazie alle geisha; degli allievi italiani partecipare alla cerimonia del te indossando il kimono; un gruppo di musici italiani che suoneranno gli strumenti tradizionali hayashi.

L’Ippodromo del Visarno si trova in Piazzale delle Cascine 29 (FI);
Orario venerdì 23, sabato 24 e domenica 25 novembre 11:00 - 20:00.
Ingresso €2,00. Gratuito fino a 10 anni e per i Soci Lailac 2018.

Per maggiori informazioni: www.lailac.it