Home > Webzine > Primopiano > Festival dei Diritti: la "Nave dei Sogni dei Migranti" all'ITT Marco Polo di Firenze
mercoledì 19 dicembre 2018

Festival dei Diritti: la "Nave dei Sogni dei Migranti" all'ITT Marco Polo di Firenze

19-12-2018
Nuovi murales e un'aula all'aperto. Duplice inaugurazione mercoledì 19 Dicembre, in orario scolastico, all’Istituto tecnico per il turismo 'Marco Polo' di Firenze (Via di S. Bartolo a Cintoia, 19A), dopo gli interventi di questi ultimi mesi. Anzitutto per i nuovi murales, che, proseguendo il percorso avviato lo scorso anno sulla facciata, si sono sviluppati sui 12 bagni della sede di via San Bartolo a Cintoia e sul corridoio principale. A realizzarli sono stati realizzati Nico Lopez e Umberto Staila della EDF Crew - Elektro Domestik Force, che hanno declinato in vari modi il tema della migrazione.

Il secondo intervento è stato progettato e realizzato da Marco e Alessandro Cardilli, due scenografi romani che negli scorsi anni erano già intervenuti nell’aula docenti e nell’aula 'Angela Fiume'. Quest’anno hanno realizzato la 'Nave dei Sogni dei Migranti', una particolare e suggestiva aula all’aperto nel giardino della scuola. Nel corso dell’inaugurazione, gli attori della compagnia teatrale 'Gli Omini' rappresenteranno uno spettacolo nel quale proporranno quanto emerso da un’inchiesta tra gli studenti sul tema dei migranti.

All'inaugurazione saranno presenti, oltre agli artisti, la vicesindaca e assessora all'educazione Cristina Giachi, l'assessore alle politiche giovanili Andrea Vannucci, l'assessore al welfare Sara Funaro, il presidente del Quartiere 4 Mirko Dormentoni e Ludovico Arte, dirigente scolastico del 'Marco Polo'.

Il progetto è inserito nell'ambito del Festival dei Diritti, l'iniziativa a cura dell'Ufficio Politiche Giovanili e Pari Opportunità del Comune di Firenze che propone una serie di eventi che riflettono sui temi della violenza sulle donne, degli stereotipi di genere e delle discriminazioni Lgbti.

-----------------------------------------------------------------------------------------------

Elektro Domestik Force (EDFcrew), un collettivo di giovani artisti e designer under 35, continuerà sempre nello stesso istituto scolastico, l'opera di Street Art anche sugli spazi interni del plesso; l'evento prevede anche lo spettacolo della Compagnia Gli Omini.

Il gruppo creativo Elektro Domestik Force nasce nella primavera del 2003 a Pontedera, per desiderio di Niccolò "JOKE" Giannini e Daniele "UMBERTO STAILA" Orlandi, come crew di urban artists e nel 2004 entra a far parte del gruppo Nico "LÖPEZ" Bruchi. I poliedrici interessi, che caratterizzano il gruppo fin dagli esordi, animano una ricerca artistica volta alla sperimentazione di molteplici stili, tecniche e mezzi espressivi: dalla grafica, al web design, dall'interior design, alla fotografia, al video. Punti di partenza e stimoli d'eccellenza sono i luoghi, visitati e vissuti, la loro storia, le persone che vi abitano o vi hanno abitato, le esperienze ad essi legate. In 16 anni di attività il gruppo si è affermato nella scena nazionale dell'Urban Art, collezionando notevoli collaborazioni con i più noti artisti urbani internazionali, con importanti studi di design nazionali, con grandi aziende.

Nel 2015 hanno dato vita al progetto City Colors Correction con la collaborazione del Comune di Pontedera e della Regione Toscana, aprendosi ad un percorso di riqualificazione urbana di scala regionale. Nel 2017 il gruppo creativo Elektro Domestik Force si ingrandisce: ai fondatori si uniscono Marco "Sera" Milaneschi, Andrea "Moz" Montagnani, Cosimo "Koz" Grandoli e Ginevra "Rame13" Giovannoni. Il progetto EDF è unico nel suo genere perché riunisce 7 urban artist provenienti dall'intero territorio toscano (da Pisa a Grosseto), il fotografo e videomaker Vittorio Marrucci e la curatrice Lara Dell'Unto. Ogni membro colleziona a titolo personale e di gruppo esperienze di rilievo nel mondo dell'arte e della comunicazione, sia in Italia che all'estero. Oggi la EDF crew è riconosciuta come principale esponente dell'arte sociale in Italia.

Gli Omini sono una compagnia teatrale nata nel 2006 con il primo obiettivo di avvicinare le persone al teatro e di far nascere il teatro dalle persone. Da questo prende forma il progetto Memoria del Tempo Presente, che prevede la costruzione degli spettacoli tramite settimane d'indagine territoriale e interviste, creando eventi unici, che debuttano e muoiono a ogni data. Primo spettacolo di memoria del tempo presente è CRisiKo!, finalista del premio Scenario 2007, assume una forma fissa dopo un anno di indagini su piccoli comuni d'Italia. Tra il 2010 e il 2011 Gli Omini lavorano alla stesura del libro "Il pesce spada non esiste-interviste, racconti, frasi fatte, fiori fritti, in memoria del tempo presente", edito da Titivillus, in collaborazione con Fondazione Toscana Spettacolo. Dal libro nasce la lettura-spettacolo "Il pesce spada non esiste". L'intera compagnia partecipa a "Sogno d'una notte d'estate" di Massimiliano Civica, prodotto dal Teatro Stabile dell'Umbria e da Roma Europa Festival. Oggi la compagnia è sinonimo di innovazione ricerca drammaturgica.

Per maggiori informazioni sul Festival dei Diritti:
https://portalegiovani.comune.fi.it/pogio/news_publish/primopiano_dettaglio.php?ID_REC=16397 
 
RC