Home > Webzine > Primopiano > Mostra Internazionale dell'Artigianato 2019: novità e progetti alla Fortezza da Basso
lunedì 25 marzo 2019

Mostra Internazionale dell'Artigianato 2019: novità e progetti alla Fortezza da Basso

22-11-2018
"Firenze e il vero artigianato sono da sempre legati indissolubilmente, per questo abbiamo la fortuna di avere professionisti che con innovazione e creatività producono lavorazioni artistiche uniche. Firenze Fiera, con la nuova Mostra, da quest'anno rappresenta una piattaforma per rilanciare lo sviluppo del bello e fatto a mano". Quali parole migliori per descrivere e raccontare una delle iniziative più attese per la Città di Firenze, se non quelle del presidente di Firenze Fiera, Leonardo Bassilichi, che introduce la presentazione dell'83esima edizione della Mostra Internazionale dell'Artigianato. Insieme a lui, a esporre le tante novità del prossimo anno, anche l'assessora allo Sviluppo economico e turismo del Comune di Firenze, Cecilia Del Re, che ha ricordato l'importanza a livello internazionale dell'evento, il professor Giuseppe Lotti del Dipartimento di Architettura e Design dell'Università di Firenze, la vicepresidente CNA Firenze Tamara Ermini e il presidente Artigianato Artistico Confartigianato provinciale Gabriele Maselli.

La mostra, in programma dal 24 Aprile al primo Maggio 2019, nello spazio della Fortezza da Basso (Viale Filippo Strozzi, 1), prevederà una riduzione sia nella durata che nelle aziende che vi prenderanno parte: solo 600, selezionate in base ai principi di alta artigianalità e innovazione delle lavorazioni. Queste trasformazioni creano una nuova piattaforma e serviranno a garantire la qualità degli espositori, passaggio indispensabile per attrarre un pubblico più qualificato e internazionale. Dentro la Fortezza, caratterizzata da un allestimento contemporaneo, sostenibile e dal forte impatto scenico, per la prima volta non ci sarà una nazione ospite, ma ospiti saranno le eccellenze artigiane di Firenze e della Toscana, anche in omaggio alle crezione di Leonardo da Vinci, a 500 anni dalla morte. In onore di tale anniversario anche il progetto "Del mestiere di Leonardo: immaginare, progettare e realizzare il futuro", che sonda nuovi modelli di sviluppo in parallelo fra artigiani e designer, a cura di Fondazione Architetti Firenze e Fondazione Giovanni Michelucci.

Una delle più importanti novità legate alla prossima manifestazione fiorentina è quella di essere affiancata da un altro importante progetto, cioè la candidatura a Città creativa UNESCO, che punta a valorizzare le competenze artigiane del territorio e promuovere, su scala internazionale, l'artigianato locale. In totale sono state elaborate sei idee progettuali, corredate da un piano finanziario, che vanno da uno sportello di assitenza per le imprese, all'Erasmus degli artigiani fino alla realizzazione di una mappa e un archivio digitali. I piani sono sviluppati da sei gruppi di studenti selezionati dalle cinque scuole legate alla creatività presenti in città: Ied, Isia, Polimoda, Università di Firenze e Accademia di Belle Arti. la candidatura coinvolge inoltre le associazioni, gli organismi e i soggetti legati al settore dell'artigianato nel territorio fiorentino.

Fuori dalla Fortezza, la mostra proseguirà in città con manifatture aperte, installazioni ed eventi nelle piazze. L'edizione 2019 sarà ancora più social coinvolgendo blogger e gli stessi artigiani digitali, protagonisti di una nuova community.

Per ulteriori informazioni: www.mostrartigianato.it 

RC