Home > Webzine > Primopiano > Festival dei Diritti: "Chi dice Donna dice Rete. Le associazioni femminili si presentano"
sabato 28 novembre 2020

Festival dei Diritti: "Chi dice Donna dice Rete. Le associazioni femminili si presentano"

14-12-2019
Sabato 14 dicembre dalle ore 16.00 presso PARC Performing Arts Research Centre (ex Scuderie Granducali - Piazzale delle Cascine 4/5/7, Firenze) si terrà "Chi dice Donna dice Rete", un evento organizzato dallo Sportello Informadonna, servizio dellla Direzione Cultura e Sport del Comune di Firenze, in occasione del Festival dei Diritti per offrire a tutta la cittadinanza l’occasione di incontrare alcune delle principali associazioni attive sul territorio in tematiche di genere e che forniscono supporto alla donna in ogni fase della sua vita.

Informadonna, oltre ad essere uno sportello di orientamento e assistenza su lavoro e formazione rivolto alle donne di ogni età, si propone infatti come collettore di realtà e servizi territoriali volti a favorire l'autonomia e l'emancipazione femminile, a prevenire e contrastare tutte le forme di violenza, a sostenere le donne immigrate nel processo di integrazione, a dare supporto nella conciliazione tra lavoro e famiglia, ma anche a proporre iniziative culturali capaci di favorire aggregazione e empowerment.

Interverrà l'Assessora ai Diritti e alle Pari Opportunità del Comune di Firenze Sara Funaro; a moderare l'incontro Donata Bianchi, Presidente Commissione Pari Opportunità del Consiglio comunale di Firenze.

Nel corso dell'iniziativa si presenteranno le seguenti realtà e associazioni:

- Centro Antiviolenza Artemisia: associazione di Promozione Sociale - Onlus composta da un gruppo di volontarie e consulenti che garantisce assistenza a donne, bambine e bambini che subiscono violenza e ad adulti/e che hanno subito violenza nell’infanzia. L’Associazione Artemisia è nata nel 1991 grazie alla felice collaborazione tra un gruppo di coraggiose sostenitrici della lotta alla violenza sulle donne guidato da Nicoletta Livi Bacci e Catia Franci, ex Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Firenze. Dal 1992 Artemisia, come associazione, svolge iniziative su tutto il territorio nazionale con gli obiettivi di: informare sulle tematiche della violenza; sensibilizzare i più giovani a combatterla; formare figure professionali nell’ambito della protezione dei diritti delle donne e dei minori. Sito web: www.artemisiacentroantiviolenza.it

- Nosotras ONLUS: nata a Firenze nel 1998, è un’associazione interculturale di donne italiane e migranti che condividono tempo, esperienze e professionalità per realizzare azioni a sostegno delle donne, immigrate e non, che portino all’autonomia ed indipendenza, attraverso la valorizzazione delle competenze individuali perché ciascuna raggiunga il proprio “sogno”. Nosotras ONLUS ha come obiettivo l’empowerment delle donne, l’affermazione dei diritti di cittadinanza e di genere attraverso la formazione e la partecipazione alla vita associativa. Tra le principali aree di intervento ricordiamo: prevenzione e contrasto alle discriminazioni razziali, alle mutilazioni genitali femminili e alla violenza di genere; microcredito e prestito sociale; pari opportunità; empowerment e autonomia; etc. Sito web https://nosotras.it/

- Florence Dragon Lady - LILT: la squadra di dragon boat della LILT, Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori - sezione di Firenze, composta da donne operate di tumore al seno. Il dragon boat è praticato con successo come riabilitazione psico-fisica, perché numerosi sono i benefici per le Donne in Rosa: esercizio fisico, spirito di aggregazione per rompere l'isolamento spesso provocato dalla patologia, attività sportiva all'aria aperta. La squadra delle Florence Dragon Lady LILT è nata il giorno di San Valentino del 2006, è costituita da circa 60 atlete e in quasi 14 anni di attività si è distinta in risultati sportivi internazionali, nella divulgazione della cultura della prevenzione, della riabilitazione oncologica e di stili di vita sani. Le Florence Dragon Lady LILT sono seguite dal Centro di Riabilitazione Oncologia CeRiOn e Istituto per lo Studio e la Prevenzione e la Rete Oncologica ISPRO di Villa delle Rose. Il motto di queste magnifiche Donne in Rosa riassume la loro filosofia: "fare squadra per combattere il tumore al seno". Sito web: www.florence-dragonlady.it 

- WIC Woman in Charge: nato nel gennaio 2018, è un gruppo fatto di Donne dove si creano sinergie, collaborazioni, nuove reti di amicizie, si sviluppano nuovi progetti e opportunità di crescita professionale e personale. Un’associazione senza scopo di lucro che persegue finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, volte ad aiutare le Donne nella quotidianità dei propri impegni e attività, di supportarle e sostenerle nello sviluppo di progetti, iniziative imprenditoriali e di stimolarle a cercare la felicità e a sentirsi realizzate attraverso la creazione di legami e collaborazioni. Il suo spirito si fonda sul pieno rispetto della dimensione umana, culturale e spirituale della Donne. Sito web: https://womanincharge.it/ 

- CO-STANZA: frutto di un cammino iniziato dall’incontro “casuale” di tre donne che, giocando sulla complementarietà delle proprie personalità e competenze, hanno dato vita a un progetto innovativo al servizio della comunità. È il primo co-working con area baby per liberi professionisti e dipendenti - del settore pubblico e privato - che scelgono di lavorare in modalità agile, in un ambiente che offre l’accoglienza di una casa, la funzionalità di un ufficio e l’accesso a un’ampia combinazione di servizi per la crescita individuale. Lo spazio offre ai propri utenti opportunità di scambio e condivisione, oltre che percorsi di crescita professionale e personale. Sito web: www.spaziocostanza.it

- Le Curandaie: dal 2016, hanno attivato un circuito di iniziative culturali, economiche, sociali, valorizzando la ricchezza del territorio, aventi come protagoniste le donne e la loro necessità di (re)inserirsi nel mondo del lavoro. Le tre sedi ospitano spazi di confronto e condivisione per donne e famiglie con più progetti: Aretè Donne, cuREMAKE, Oggettoteca, #ciandiamonoi, Centri D Quartiere, Gli Arnesi dei Genitori, Le Cure dell'Horto. Sito web: www.lecurandaie.it 

Spazio Neomamme: inaugurato ad ottobre 2018, è un luogo ideato e strutturato per accogliere le donne che da poco si trovano a confrontarsi con le gioie, ma anche le fatiche, della maternità e che cercano un posto dove rilassarsi, tirare il fiato, sentirsi accolte e capite. Uno spazio in cui entrare liberamente per rilassarsi qualche ora, mentre i bimbi sono seguiti da personale competente nei medesimi locali, sorseggiando una tisana, incontrando altre mamme, o seguendo una delle numerose attività proposte: dallo yoga ai laboratori creativi, dal baby massaggio alle attività di danza e musica, fino a più specifici momenti di dialogo. Pagina Facebook: www.facebook.com/neomamme.firenze 

- Just Women: associazione culturale nata nel febbraio 2015. Una delle finalità è fare da collante tra molte associazioni e realtà che si occupano di tematiche "al femminile", presentando e raccontando iniziative che spesso rimangono isolate. L’Associazione si rivolge sia a donne che uomini, di ogni età, interessati a proporre idee dinamiche e di utilità sociale, spaziando in tutti i possibili settori. La peculiarità dell’Associazione, quindi, è quella di essere aperta e flessibile, di lavorare insieme ad altri gruppi e partecipare a progetti concreti in grado di modificare la realtà culturale e non solo delle donne e degli uomini della nostra città. Ad oggi Just Women ha proposto molte iniziative che hanno toccato vari temi, valorizzando luoghi e spazi poco noti o dimenticati. Pagina Facebook: www.facebook.com/justwomenfirenze/ 

- ConsapevolMente: associazione nata in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne del 2016, ha lo scopo di organizzare, coordinare e promuovere progetti ed eventi di sensibilizzazione, informazione e formazione su tematiche di rilevanza sociale e culturale, in grado di produrre riflessioni che portino alla crescita personale e collettiva. Fra queste, in particolare, la violenza sulle donne, l’empowerment femminile, la parità di genere, il rispetto delle differenze, l’inclusione sociale, la cultura come veicolo di aggregazione, condivisione e crescita. Pagina Facebook: www.facebook.com/ConsapevolMente.Fi 

- Il Gomitolo Perduto onlus: l'associazione, impegnata nella lotta all'illegalità, nasce 4 anni fa. In particolare si sono impegnati su due fronti importanti: la violenza di genere e l'immigrazione. Con riferimento al primo, sono state poste in essere attività specifiche sia per la formazione (incontri nelle scuole e convegni), sia come attività di frontiera costituendo lo Sportello Donna con il numero di telefono di riferimento 3333809339. Lo sportello offre consulenza psicologica e legale alle donne vittime di violenza ed è operativo dal 2018.

- Mamme per la Pelle: associazione culturale con lo scopo di creare una rete organizzata di madri con figli che rischiano di subire discriminazione per le loro origini e il loro diverso colore della pelle. La mission è sostenere le famiglie, contribuire a innalzare e custodire il patrimonio culturale della società multietnica, vigilare attivamente affinché le conquiste dell’uguaglianza multiculturale finora ottenute non siano annullate né affievolite in alcun modo. Sito web: www.mammeperlapelle.it 

- Sportello Donna chiama Donna: è lo sportello di mutuo aiuto tra donne promosso dal Coordinamento donne della Cgil di Firenze. È rivolto a coloro che stanno affrontando situazioni problematiche sia di natura privata che di lavoro; nello specifico fornisce ascolto, consulenza e tutela su diritto del lavoro, diritto di famiglia e diritti della persona. Lo sportello si avvale della collaborazione di una avvocato e delle categorie di riferimento delle lavoratrici, nonchè di altre strutture e servizi messi in essere dalla Cgil. Pagina Facebook: https://www.facebook.com/sportellodonnachiamadonna/. Oltre alla referente dello sportello Valeria Cammelli, sarà presente anche la responsabile del Coordinamento donne Cgil Firenze Maria Cristina Arba, a seguito della firma del protocollo di intesa fra Comune, Cgil, Cisl e Uil per la prevenzione e il contrasto della violenza di genere.

Durante l'evento sarà possibile conoscere anche altre importanti realtà del territorio che promuovono tematiche di genere, grazie ad appositi stand informativi.
In tale occasione, inoltre, saranno distribuite le magliette di “Chi dice Donna”, la campagna sociale promossa da Informadonna in collaborazione con Artemisia contro gli stereotipi di genere.

L'incontro è gratuito, ma è consigliata la prenotazione telefonando allo 055 218310 o inviando una mail a infodonna@comune.fi.it .

Tutte le interessate alle tematiche femminili, infine, sono invitate ai due spettacoli prodotti dalla Compagnia XE che verranno presentati al PARC il giorno successivo, domenica 15 dicembre, alle ore 16.00 e 18.00: "Some disordered interior geometries" di e con Paola Bedoni, personale omaggio alla fotografa Francesca Woodman con sette piccoli quadri ispirati alla sua opera, e a seguire "In sospeso" di Sara Paternesi (con Sara Paternesi e Marco Pericoli) dove i corpi pretendono di essere in continuo mutamento a metà tra l'affiorare e il depositarsi trovando il modo di coesistere in un ambiente condiviso.

L'appuntamento fa parte della terza edizione del "Festival dei Diritti", la manifestazione promossa dal Comune di Firenze in collaborazione con tantissime realtà cittadine. Sensibilizzare sui temi della violenza sulle donne, gli stereotipi di genere, le discriminazioni delle persone lgbti, promuovere una cultura dei diritti: questi gli obiettivi della kermesse che mette in campo, fino a dicembre, una serie di eventi che spaziano da incontri e dibattiti fino a proiezioni e performance coinvolgendo tanti luoghi della città.

Per maggiori informazioni e programma del Festival dei Diritti: https://portalegiovani.comune.fi.it/pogio/news_publish/primopiano_dettaglio.php?ID_REC=17210