Home > Webzine > Primopiano > "Firenze dei Bambini", successo per la speciale edizione dedicata a Gianni Rodari
martedì 24 novembre 2020

"Firenze dei Bambini", successo per la speciale edizione dedicata a Gianni Rodari

06-10-2020

Sì è conclusa domenica sera l’edizione 2020 di Firenze dei Bambini. Un’edizione speciale, quasi un miracolo in questo tempo strano, che ha regalato sorrisi e restituito alla cittadinanza un’atmosfera positiva e un’energia rinnovata. Sì, perché a seguire le favole e le poesie di Gianni Rodari - cui era dedicata questa edizione, nel centenario della sua nascita – sono venuti veramente in tanti, tutti quelli che le limitazioni imposte dal Covid hanno permesso, ovvero, nei due giorni di manifestazione, quasi 2100 persone.

Firenze dei bambini 2020 era intitolata alla Grammatica della fantasia di invenzione rodariana e, nei luoghi simbolo della città, per due giorni ha visto un programma d’eccezione, con attori, danzatori e musicisti provenienti da ogni parte d’Italia che hanno proposto ai bambini di ogni età e alle loro famiglie, in più repliche, l’occasione per vivere l’arte, la letteratura e la poesia, il teatro e la musica in forme piacevoli e insieme “educanti”. Lo spettacolo di Esercizi di fantastica (andato in scena sabato pomeriggio in Palazzo Vecchio) si apriva con tre personaggi grigi, con gli occhi a la testa inchiodati agli schermi dei loro tablet, che poi tornavano a vedere il mondo - e a reinventarlo con convinzione - grazie a una farfalla rossa, così gli eventi di questo fine settimana hanno invitato i partecipanti a staccare sguardo e mente da un mondo virtuale sempre più pervasivo per tornare a perdersi nella disarmante semplicità delle avventure di Martino Testadura o di Alice Cascherina.

Firenze dei Bambini ha preso il via sabato mattina alle 11, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, alla presenza del Sindaco Dario Nardella e dell’Assessore all’Educazione Sara Funaro, promotrice convinta di tutta l’iniziativa organizzata dal Comune di Firenze insieme a MUS.E. E proprio a MUS.E è stato consegnato, nella stessa occasione, il premio Touring Club Toscana per l’impegno e la qualità del lavoro di educazione alla cultura e all’arte rivolto alle giovani generazioni nei musei cittadini. Subito dopo è cominciato lo spettacolo Rodarissimo a cura del Teatro dell’Orsa di Reggio Emilia, che alla messa in scena delle più belle favole rodariane ha intrecciato un’ode alla fantasia e all’immaginazione; mentre in Sala d’Arme, nel pomeriggio, le famiglie hanno potuto assistere all’anteprima assoluta nazionale di Esercizi di fantastica della compagnia Sosta Palmizi di Cortona.
Domenica mattina è stata poi la volta del Teatro della Pergola, che ha riaperto le sue porte al pubblico proprio in quest’occasione: nella sfavillante sala del teatro, suddivisi in palchetti o disposti ordinatamente tra le file della platea, le famiglie hanno seguito le vicende di due commoventi Omini piccini, ideati dalla fantasia di Manu Lalli di Venti Lucenti e destinati a crescere, come tutti, ma senza perdere mai l’incanto del gioco e della poesia. In Palazzo Vecchio, sempre nella giornata di domenica, è stato invece protagonista il Parco della Fantasia Gianni Rodari di Omegna, che ha presentato I viaggi di Giovannino Perdigiorno - reinterpretati in chiave coinvolgente e avvolgente - nel Salone dei Cinquecento e le magie di Sott’acqua in Sala d’Arme…dove le acque non potevano non essere quelle del lago d’Orta, luogo del cuore rodariano. Infine, il fine settimana si è chiuso con le note dei giovanissimi musicisti della Scuola di Musica di Fiesole, in dialogo con le storie di Rodari.

Gli spettacoli, tutti naturalmente gratuiti, erano su prenotazioni, per consentire alle famiglie di partecipare in sicurezza. E in poco più di 24 ore hanno registrato il tutto esaurito. Lo spettacolo Rodarissimo è stato fruibile anche in streaming sulla pagina Facebook di MUS.E, dove è rimasto visibile per l’intero fine settimana per un totale di oltre 2000 visualizzazioni.
Durante il fine settimana anche l’Istituto degli Innocenti ha contribuito al programma con due attività per famiglie alla scoperta del museo.
Un weekend ben augurante, quindi, nonostante il momento, che ci ha permesso di sognare un po’ e che è stato reso possibile grazie all’impegno di importanti partner - fra cui si ricordano ancora il Teatro della Pergola e l’Istituto degli Innocenti - e sponsor: Toscana Energia, Fondazione Cassa di Risparmio Firenze, Mukki, Officina Profumo-Farmaceutica Santa Maria Novella, Menarini, Publiacqua, Unicoop Firenze, Aboca. Al termine di ogni replica tutti i bambini sono stati anche omaggiati della bio-merenda Mukki.

Per maggiori informazioni: www.comune.fi.it  - http://musefirenze.it