Home > Webzine > Primopiano > Online la nuova campagna sull’orientamento scolastico di Regione Toscana
mercoledì 19 gennaio 2022

Online la nuova campagna sull’orientamento scolastico di Regione Toscana

14-01-2022
“Non esiste una scuola migliore delle altre, una scuola perfetta non c’è, c’è solo un percorso che in fondo è perfetto per te”. Così canta Lorenzo Baglioni nel nuovo video, realizzato in occasione dell’avvio delle iscrizioni alle secondarie di secondo grado, della campagna di comunicazione che affianca “Studiare e formarsi in Toscana: scegli la strada giusta per te”, il progetto della Regione Toscana-Giovanisì sull’orientamento scolastico, le cui attività si articolano anche attraverso il contributo di Fondazione Sistema Toscana, con la partecipazione dell’Ufficio Scolastico Regionale e il sostegno del Fondo Sociale Europeo (Fse).

Il brano - dal titolo "Il Musical dell'orientamento scolastico", uscito venerdì 14 gennaio 2022 (https://youtu.be/hg7SvFpZlLs) - è un vero e proprio medley didattico, che gioca con motivi di canzoni famose per presentare l’offerta delle scuole secondarie di secondo grado e i percorsi di Istruzione e Formazione professionale toscani.

Sono circa 35 mila le studentesse e gli studenti delle classi terze delle scuole secondarie di primo grado toscane chiamate a scegliere il proprio percorso futuro entro il prossimo 28 gennaio, termine ultimo per presentare domanda on line sul portale del Ministero dell’Istruzione (www.istruzione.it/iscrizionionline).

A loro ma anche a chi, già iscritto al biennio della scuola secondaria di secondo grado, sente la necessità di ripensare le propria scelta e quindi di ri-orientarsi, è rivolta la campagna di comunicazione, iniziata a maggio con un primo video di Baglioni “Piuttosto che” (record di visualizzazioni), e proseguita con eventi live, iniziative su YouTube e Tik Tok, video. Una campagna appositamente ideata per loro e fondata su mezzi e linguaggi maggiormente utilizzati dai più giovani per comunicare. Nei giorni scorsi è stata avviata la programmazione di spot radiofonici sulle emittenti toscane e di banner pubblicitari sulle principali testate di informazione on line. La prossima settimana, inoltre, partirà la seconda fase della collaborazione con 4 giovani influencer che animeranno l’account TikTok di Giovanisì.

Sul tema dell’orientamento Regione Toscana è impegnata da tempo. È considerato uno strumento fondamentale per il contrasto dell’abbandono scolastico e per questo sono molteplici le iniziative che accompagnano le studentesse e gli studenti in tutto il loro percorso di istruzione.

La campagna mira a diffondere i tanti materiali e le iniziative realizzate da Regione Toscana per sostenere il momento della scelta del percorso di studi: strumenti per l’orientamento con laboratori interattivi on line, schede informative e playlist di video di approfondimento on demand finalizzati ad arricchire le competenze orientative - fondamentali per promuovere il successo del percorso scolastico e formativo - e ancora brochure e pagine web illustrative. I materiali sono facilmente raggiungibili all'interno di una vera e propria guida on line della Regione Toscana dedicata all'orientamento scolastico www.regione.toscana.it/orientamentoscuola.

Nei mesi scorsi si sono svolti i laboratori interattivi online che hanno coinvolto 13.082 tra studentesse e studenti di 185 scuole e 607 classi. Proseguono inoltre le attività dei Pez, i Progetti educativi zonali, anche quest’anno rifinanziati da Regione Toscana, che consentono di realizzare capillarmente su tutti i territori toscani, grazie alle Conferenze zonali per l'educazione e l'istruzione, progetti locali di orientamento costruiti dal basso.

“Vogliamo essere al fianco di studenti e famiglie anche in questo momento dell’anno, in cui si fanno scelte cruciali come quella della scuola superiore – ha spiegato il presidente della Regione Eugenio Giani - . Da una scelta corretta e adeguata alle proprie ambizioni e alle proprie attitudini dipende un percorso di sviluppo e crescita sereno, ma anche la capacità del sistema di contrastare la dispersione scolastica fino alla possibilità di contribuire a un migliore incontro tra domanda e offerta di lavoro. Per questo consideriamo prioritarie le iniziative della Regione Toscana sull’orientamento e riteniamo importante rendere efficaci le nostre azioni di comunicazione. Sono contento che un validissimo artista con una grandissima vocazione a interagire con i ragazzi abbia voluto proseguire la collaborazione con la Regione”.

“In questi anni – spiega l’assessora a istruzione, formazione, università e lavoro Alessandra Nardini - le politiche regionali sull’orientamento hanno prodotto risultati positivi sul fronte del contrasto di abbandono e dispersione, promuovendo il successo scolastico e formativo. Oggi più che mai dobbiamo insistere su questa strada per fare di più e meglio. Anche alla luce delle conseguenze prodotte dalla pandemia, occorre contrastare il rischio di aumento di disuguaglianze e povertà educativa. L’orientamento è un elemento cardine perché permette alle studentesse e agli studenti, accompagnati da famiglie e docenti, di compiere una scelta informata e consapevole, dando loro la possibilità di conoscere tutte le opportunità che esistono sul territorio regionale ed aiutandoli ad individuare il percorso di istruzione, di formazione, più adatto alle proprie attitudini, alle proprie ambizioni e sogni per il futuro. Mandiamo un messaggio chiaro: non esistono scuole e percorsi di serie A e di serie B. Ringrazio Lorenzo Baglioni con cui abbiamo trovato una chiave per utilizzare linguaggi e strumenti più congeniali all'età delle ragazze e dei ragazzi e dare maggiore efficacia a tutte le iniziative che mettiamo in campo”.

“L’orientamento nelle sue diverse declinazioni - dichiara Ernesto Pellecchia, direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale della Toscana - è una delle aree gestionali più complesse da affrontare, perché riguarda il delicato processo formativo dei nostri studenti. Per questo ritengo che gli enti preposti debbano destinare a questo ambito un’attenzione costante, al fine di contrastare l’abbandono e la dispersione scolastica. Un’efficace azione di orientamento deve rappresentare, a mio parere, una priorità assoluta nelle strategie e politiche e scolastiche. Non possiamo infatti non tener conto dei dati allarmanti che riguardano i Neet: centinaia di migliaia di ragazzi che sono fuori dal sistema scolastico, che non sono impegnati in un lavoro proficuo e non hanno quindi prospettive. Va rilevato, tuttavia, che grazie alla fattiva sinergia tra gli enti preposti, in primo luogo la Regione Toscana, stiamo andando in questa auspicata direzione”.

“Credo molto in questo progetto perché sostiene i ragazzi e le famiglie in un momento fondamentale, quello in cui devono decidere che percorso scolastico o formativo seguire dopo la terza media” afferma il testimonial della campagna Lorenzo Baglioni. “Questa volta per aiutarli ad orientarsi abbiamo scelto il genere di spettacolo più scoppiettante che ci sia: il musical. All'inizio del video ci si interroga su quale possa essere il percorso migliore, e ogni scuola prova a convincere lo spettatore della propria validità, per poi lanciare il messaggio: non esiste una scuola migliore in assoluto, ma solo quella più adatta alle esigenze e alle caratteristiche di ciascuno”.


Per ulteriori informazioni:
https://giovanisi.it/2021/01/campagna-di-comunicazione-orientamento-scolastico/

https://www.regione.toscana.it/web/guest/-/orientamento-alla-scuola-di-secondo-grado-e-al-post-diploma