Home > Webzine > Primopiano > "Che lavoro per i giovani?", incontro con studenti, lavoratori e sindacati a Palazzo Vecchio
lunedì 15 agosto 2022

"Che lavoro per i giovani?", incontro con studenti, lavoratori e sindacati a Palazzo Vecchio

29-06-2022

All’ombra de "Il Quarto Stato", il capolavoro di Giuseppe Pellizza da Volpedo in prestito dal museo del Novecento di Milano esposto a Firenze nel Salone dei Cinquecento in Palazzo Vecchio, mercoledì 29 giugno 2022 si svolgerà l'incontro dal titolo “Che lavoro per i giovani?” a cui prenderà parte, oltre al sindaco Dario Nardella, il segretario generale della UIL Pierpaolo Bombardieri, il segretario generale della CGIL Maurizio Landini e il segretario generale della CISL Luigi SbarraAll’appuntamento con parti sociali e istituzioni parteciperanno anche studenti, giovani e lavoratori.

Nell’opera le figure, studiate dal vero, simboleggiano la forza e lo spirito utopista del lavoro. Tra di esse vi sono anche donne, madri e bambini, a rappresentare la volontà di cambiare il futuro assegnando alla donna un ruolo altrettanto centrale nella rivendicazione politica e sociale. L’attenzione alla gestualità è evidente e profonda, la vicinanza dei corpi dà un valore di compattezza alla marcia e all’ideale che la muove. Pellizza, infatti, riuscì a combinare un’osservazione indiretta della massa dei contadini, trasfigurandoli secondo il modello precedente della Scuola di Atene di Raffaello la cui iconica espressività scopriamo nelle figure in prima linea. L’opera è divenuta iconica in seguito all’associazione del grande dipinto alle manifestazioni per il Primo Maggio. Con Il Quarto Stato termina, per la civiltà figurativa italiana, l’epoca dell’ambiziosa opera d’arte a programma, inizia un’epoca sotto il segno della contestazione. L’opera si prefigge la comunicazione dell’urgenza dei contenuti anche attraverso una proiettiva e moderna tecnica esecutiva. Ne Il Quarto Stato, e nelle sue numerose versioni precedenti, la folla marcia verso un futuro di progresso e riscatto. Oggi, come allora, il messaggio di forza e speranza sprigionato dal capolavoro di Pellizza da Volpedo splende di luce nuova, all’insegna dei rinnovati valori di cooperazione e libertà.

Per maggiori informazioni: www.comune.fi.it