Home > Informazioni > Volontariato & Pace > Migranti mediatori museali: il progetto Amir vince il Premio Musacces
giovedì 22 agosto 2019

Migranti mediatori museali: il progetto Amir vince il Premio Musacces

09-05-2019
Il progetto Amir che forma i migranti come mediatori in sette musei tra Firenze e Fiesole ha vinto il Premio Musacces 2019 promosso dalla Conferenza Internazionale ‘The museum for all people: art, accessibility and social inclusion’ che si è svolta nei giorni scorsi a Madrid per inziativa dell'Universidad Complutense di Madrid e del Consorcio MUSACCES. Il progetto, sostenuto da Regione Toscana e Fondazione CR Firenze, ha formato finora 32 migranti di diverse nazionalità che svolgono attività di mediazione museale rivolte ad altri connazionali ma anche a cittadini italiani, a scuole, associazioni. Il riconoscimento è stato attribuito da una giuria composta da professori universitari, direttori di musei e di istituzioni culturali, per la sezione ‘Tutela e valorizzazione del patrimonio culturale per tutte le persone in quanto iniziativa innovativa nell'ambito dell'inclusione sociale e dell'allargamento dei pubblici’.

Una conferma e un riconoscimento, dichiarano gli organizzatori, anche a livello europeo, del ruolo sociale dei musei del territorio nel favorire l'inclusione e la partecipazione. Viene infatti dimostrato come, attraverso adeguati percorsi, i cittadini stranieri in Italia possono acquisire nuove competenze linguistiche, professionali e sociali, e allo stesso tempo offrire un’esperienza culturale inedita e originale per tutti i visitatori che hanno, attraverso di loro, l’opportunità di avviare una riflessione su ciò che accomuna e avvicina le diverse culture.

Amir - Accoglienza musei inclusione ( www.amirproject.com ) è un progetto sperimentale (il nome in arabo significa ‘giovane principe’) avviato lo scorso anno e tuttora in corso, a cura di una rete di musei del territorio, finalizzato a proporre attività di mediazione culturale condotte da cittadini stranieri. Attualmente coinvolge sette musei a Firenze e Fiesole (Museo e Area archeologica, Fiesole, Museo Bandini, Museo Primo Conti, Museo di Palazzo Vecchio, Museo Novecento, Museo degli Innocenti, Museo dell'Opera del Duomo | progetto Stazione Utopia) ed è promosso da Comune di Fiesole, Comune di Firenze, Istituto degli Innocenti, Fondazione Primo Conti e Stazione Utopia e sostenuto dalla Fondazione CR Firenze e Regione Toscana.

Il progetto inserisce nelle attività del progetto EMME - Education, Museums and Migrants Experiences, finanziato dal programma ERASMUS+ della Commissione Europea, un programma di formazione e aggiornamento per educatori museali finalizzato ad approfondire e diffondere a livello europeo buone pratiche di inclusione sociale.

"Anche questa iniziativa – dichiara il Direttore di Fondazione CR Firenze Gabriele Gori – si inserisce nell’ampio programma che vuole favorire l’inclusione sociale che sta promuovendo da tempo la nostra Fondazione. Crediamo che la cultura e l’arte siano tra le modalità più efficaci per favorite il dialogo e la fratellanza tra popoli di diverse etnie e tradizioni. Firenze è il luogo ideale per sperimentare questa formula così innovativa e siamo lieti che essa sia stata apprezzata anche a livello europeo’’.

Per maggiori informazioni: www.amirproject.com