Home > Webzine > Cinema > Ville e Giardini Medicei nel documentario interattivo alla Mediateca Toscana
mercoledì 23 gennaio 2019

Ville e Giardini Medicei nel documentario interattivo alla Mediateca Toscana

08-11-2018

Il documentario interattivo che racconta in modo inedito il patrimonio architettonico della famiglia Medici, disseminato in Toscana e dichiarato dal 2013 Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco: giovedì 8 novembre 2018, alle ore 16.00, si terrà la presentazione al pubblico, in occasione del Festival dei Popoli, dell'I-Doc "L'invenzione dello spazio. Ville e Giardini Medicei in Toscana" alla Mediateca Toscana (via San Gallo, 25).

Ideato e diretto da Roberto Malfagia,¬† l'I-Doc √® la prima produzione realizzata nei laboratori di Manifatture Digitali Cinema Pisa. Il documentario interattivo, inserito nella sezione Doc Explorer della 59esima edizione del Festival dei Popoli, fonde linguaggi cinematografici ed estetica digitale, per raccontare le testimonianze del Rinascimento in Toscana, attraverso una struttura informativa innovativa, nella quale il punto di vista del fruitore non √® pi√Ļ fisso o in senso obbligato, ma mobile e realizzabile in molteplici percorsi di navigazione, sfruttando le peculiarit√† delle produzioni per il Web. Le tradizionali riprese cinematografiche, le foto, sono sostituite dalla creazione di un ambiente tridimensionale in cui, attraverso le tecnologie di ripresa volumetrica, scansione 3D, modellazione e parametrizzazione tramite codice informatico, 5 esperti delle diverse aree disciplinari¬† - architettura, botanica, storia dell‚Äôeconomia, geografia e costume - dialogano in uno spazio digitale, incronciando dati e informazioni.

I-Doc "L'invenzione dello spazio. Ville e Giardini Medicei in Toscana" nasce da una proficua collaborazione istituzionale Stato-Regione: a promuoverlo sono stati  Regione Toscana, Fondazione Sistema Toscana, che ha messo a disposizione anche le sue strutture produttive in campo audiovisivo, Mibac, l'Apq Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema.

Ingresso libero

Per maggiori informazioni: www.mediatecatoscana.it