Home > Webzine > Cinema > "Festival Internazionale di Cinema e Donne", 40esima edizione al Cinema La Compagnia
mercoledì 23 gennaio 2019

"Festival Internazionale di Cinema e Donne", 40esima edizione al Cinema La Compagnia

21-11-2018
Le donne e il cinema, due realtà che per molto tempo hanno percorso binari paralleli senza mai incontrarsi, ritrovano spazio e valore in una rassegna che esalta il ruolo femminile e la sua costante evoluzione nella settima arte così come nella società. Torna la 40esima edizione del "Festival Internazionale di Cinema e Donne", diretto da Paola Paoli e Maresa D'Arcangelo, in programma da mercoledì 21 a domenica 25 Novembre, al Cinema La Compagnia di Firenze (Via Camillo Cavour, 50/R) con un calendario di proiezioni, incontri e dibatitti che vedono protagoniste tutte quelle donne dietro la macchina da presa che hanno creato, innovato, rivoluzionato il cinema.

Maternità, adolescenza e sessualità sono al centro dei 42 film in programma, tra documentari, corti, film d'arte e d'animazione, 15 gli ospiti internazionali e 7 i Premi assegnati ogni sera al festival, durante il quale si alternano conversazioni e masterclass con le registe affermatissime che provengono dai Paesi che in questi decenni hanno tracciato la strada dell'uguaglianza nel cinema. Ospiti d'onore, la regista canadese, attivista femminista, Léa Pool e la giornalista, regista e artista poliedrica francese Marie Castille Mention - Schaar.

L'edizione 2018 della rassegna è dedicata al tema Dis/Uguali. Il suo quarantesimo anniversario di attività cade nell'anno del #metoo e delle contestazioni per la scarsa presenza di donne nella cinematografia internazionale: il titolo del festival diventa quindi una sorta di grido di battaglia per rivendicare le tante risorse e i talenti al femminile esistenti nel cinema, europeo e non solo.

Come ogni anno, alle ore 19.00, nella saletta MyMovies del Cinema La Compagnia, si alternano i Talk, incontri aperti al pubblico insieme alle ospiti. Le Masterclass sono affidate alle grandi maestre del cinema come Lea Pool, la più importante regista canadese, Marie Castille Mention-Schaar, poliedrica protagonista della scena mediatica francese, tra giornalismo produzione e distribuzione. Per l'Italia, una masterclass/spettacolo di Emanuela Piovano, che racconta il suo rapporto con il cinema, dall'underground alla distribuzione di film specialissimi e sorprendenti. All'Istituto Tedesco, invece, masterclass allargata, con la mappatura nella Distribuzione internazionale al femminile, dalla Basis, di Clara Burckner, centro di propulsione del nuovo cinema tedesco, ai nuovi film presentati da Karolina Burckner.

Tre mostre accompagnano lo svolgimento della manifestazione. Le due dimensioni del Cinema, con le fotografie di Amalie Rotschield e quadri di Gianni Dorigo si svolge a Immaginaria Arti Visive Gallery, dal 17 al 21 novembre. Nel foyer del cinema è allestita la mostra Impressioni Fotografiche, personaggi, situazioni e sguardi originali su momenti di alcune edizioni del Festival Internazionale di Cinema e Donne, con scatti dell'autrice di reportage di grande successo su Cina e America, la fotografa e filmmaker Amalie R. Rothschild. In esposizione anche i Video – Ritratti di Dominique Cabrera e di Margaret Atwood dell'artista fiorentina Matilde Gagliardo. Infine, presso la Fornaciai Art Gallery il mistero della seduzione nei quadri di Gianni Dorigo realizzati per il film Seguimi (inaugurazione 20 novembre, ore 18.00, alla presenza dell'attrice Maya Murofushi).

Serata di apertura del Festival Interazionale di Cinema e Donne, mercoledì 21 Novembre, alle ore 21.00, con il Premio Sigillo della Pace del Comune di Firenze a Marie Castille Mention-Schaar, della quale viene proiettato il film "La Fête des mères", dove si affronta in modo corale il tema universale della maternità, sottolineando la forza della relazione materna.

Il Festival terminerà il 25 Novembre, giornata mondiale contro la violenza sulle donne, e per la ricorrenza sarà proposto un programma di eventi, che culminerà alle ore 21.00, al Cinema La Compagnia, con il toccante film di Kaother Ben Hania, "La bella e le bestie", alla presenza della regista. Ispirato ad una storia vera, il film racconta l'incubo vissuto dalla protagonista, Miriam, nell'arco di una notte. Adesso Miriam racconta la sua storia per battersi contro la 'normalizzazione del male'.

Programma completo su: www.cinemalacompagnia.it 

Rosa Carbone