Home > Webzine > Cinema > Secondo appuntamento con il Festival Internazionale di Cinema e Donne alla Compagnia
domenica 16 giugno 2019

Secondo appuntamento con il Festival Internazionale di Cinema e Donne alla Compagnia

22-11-2018
La giornata di giovedì 22 Novembre, secondo appuntamento con il "Festival Internazionale di Cinema e Donne", diretto da Paola Paoli e Maresa D'Arcangelo, e dedicato alle registe femminili che hanno contribuito a rivoluzionare la settima arte, inizia alle ore 11.00 con il consueto momento delle Master Class all'Istituto Francese di Firenze (Piazza Ognissanti, 2 - Biblioteca). È la volta della lezione dal titolo "Una carriera fuori dagli schemi" a cura di Marie Castille Mention – Schaar, regista, produttrice e distributrice che ripercorre la sua carriera, analizzando alcuni passaggi cruciali su come si impara a "fare cinema".

Alle ore 15.00 riprendono le proiezioni dei cortometraggi incentrati sul tema del "vivere un territorio"al Cinema La Compagnia (Via Camillo Cavour, 50/R): "London a Float" di Gloria Aura Bortolini (Italia/UK, 2016, 29'08'') che racconta il particolare stile di vita di chi decide di alloggiare in una barca sul fiume e "Chiantishare" di Carolina Mancini (Italia, 2018, 7). Seguono due mediometraggi documentari: anteprima nazionale di "Senza Rossetto" di Silvana Profeta e Emanuela Mazzina (Italia, 2018, 52') che presenta le testimonianze delle donne che nel 1946, si trovarono, per la prima volta, cittadine attive nella determinazione dell'identità nazionale; "Soupirs d'âme" di Helen Doyle (Canada, 2004, 52'), alla presenza della regista. La carrellata continua con il film "Tracking Edith" di Peter Stephan Jungk (Austria, 2017, 91'), alla presenza delle distributrici Clara Burckner e Karoline Burckner.

Ultimo appuntamento serale, alle ore 21.00, con la proiezione di "Flickan, Mamman och Demonerna" (Svezia, 2016, 92') che prevede la presenza e l'intervento della regista svedese Suzanne Osten a cui viene consegnato il Premio Maestre del Cinema di Angela Caputi. Il film è una sfida: dare forma e rappresentazione cinematografica al non visibile. In un appartamento, sempre più lontano dal mondo, una bambina vive con la madre che rapidamente scivola nella psicosi. La piccola Ti sente la donna parlare con i demoni che la ossessionano (e che noi vediamo!). Vede il suo viso trasformarsi durante il duello impari con le forze misteriose e maligne. Con fantasia e coraggio decide di combattere i demoni anche lei. L'amore combatte contro la paura ma il gioco è molto pericoloso perché Siri, la madre sconfitta, può diventare anch'essa un demone.

La Saletta Mymovies del Cinema è destinata alla replica di "La Pacifista" di Miklós Jancsó, alle ore 15.00, e "Le Rose Blu" di Emanuela Piovano, alle ore 17.00.

Per ulteriori informazioni: www.cinemalacompagnia.it 

RC