Home > Webzine > Cinema > "3 Storeys", prima italiana del film di Mukherjee al River to River Florence Indian Film Festival
lunedì 17 dicembre 2018

"3 Storeys", prima italiana del film di Mukherjee al River to River Florence Indian Film Festival

07-12-2018

Sarà la proiezione in prima italiana di “3 Storeys”, alla presenza del regista Arjun Mukherjee, ambiento a Mumbai, all’interno di un “chawl” (condominio) dove si intrecciano le storie e le vite apparentemente ordinarie di alcuni suoi abitanti, l’evento speciale della seconda giornata del 18/mo River to River Florence Indian Film Festival, che si terrà venerdì 7 dicembre al cinema La Compagnia di Firenze (Via Cavour, 50/r). 

Proiettato anche al Shanghai International Film Festival 2018, 3 Storeys racconta un viaggio attraverso i diversi piani di un vivace edificio residenziale a Maya Nagar, che mostra un microcosmo di relazioni umane in mezzo al caotico paesaggio urbano di Mumbai. Intrecciando le vite di vari personaggi, la pellicola raffigura amori persi, vendicati e proibiti, rivelando nel corso della storia, oscuri segreti e rimpianti del passato, rendendo chiaro che la vita in questa piccola comunità non è tranquilla e ordinaria come sembra.

Anche quest’anno il River to River ospita una delle produzioni più recenti in fatto di web series. Le proiezioni partiranno alle 15.00 con i primi due episodi della serie Bisht, Please! di Biswapati Sarkar. Protagonista della divertente serie è Neetu (interpretata da Nidhi Bisht) una ragazza semplice e ingenua, che ogni giorno deve affrontare nuove disavventure, vivendo una realtà dove ‘come una ragazza’ è usato come un insulto e cerca di lottare contro gli stereotipi in un mondo che sembra girare al contrario rispetto ai suoi sani principi. La serie è stata trasmessa da “The Viral Fever”, network amato dalla gioventù indiana e pioniere del nuovo genere di intrattenimento online, con una particolare attenzione ai contenuti di attualità rivolti alle nuove generazioni. Oggi TVF vanta quattro canali, con una community di oltre 20 milioni di fan, a soli tre anni dall’inaugurazione.

Alle 16.00 spazio al cortometraggio con “Itwaar”, pellicola di Rahul Srivastava sulle aspirazioni di un padre per il proprio figlio e l’invidia per i successi altrui. Il signor Verma diventa sempre più frustrato quando vede i figli dei vicini ottenere un lavoro stabile, mentre suo figlio non raggiunge alcun risultato. Perde la pazienza e litiga con le persone a lui più care come la moglie e il figlio, ma quando la situazione sembra andare peggio, improvvisamente accade qualcosa che la risolleva. Alla serata sarà presente il paroliere Anant Mutreja.

A seguire, il documentario in concorso “An Engineered Dream” di Hemant Gaba sulle vite di tre ragazzi, le pressioni e le aspettative delle loro famiglie per farli diventare ingegneri. La scelta della carriera in India non è una scelta individuale: genitori, famiglie e società indirizzano i bambini verso una carriera predestinata, specie nelle scienze ingegneristiche o mediche. L’ammissione ai prestigiosi college in queste discipline è molto competitiva in India, con un tasso di studenti idonei minore dell’1%. Il film segue le vite di quattro ragazzi mandati a Kota dai genitori, dove vi sono molte scuole di preparazione per i test di ammissione.

Alle 18.00 “The lift boy” primo lungometraggio di Jonathan Augustin, tratto da un’incredibile storia vera. Il ventiquattrenne Raju ha fallito l’esame di disegno tecnico per la quarta volta, ma, quando suo padre si ammala, è costretto a interrompere gli studi per lavorare in un edificio elegante a Mumbai come addetto all’ascensore. Il ragazzo, che inizialmente disdegna il nuovo lavoro, imparerà ad apprezzarlo dopo essersi avvicinato alla proprietaria dell’edificio, Maureen D’Souza, che insegnerà al ragazzo i fondamenti di disegno tecnico con un approccio stimolante.

A conclusione della giornata, per festeggiare la maggiore età del festival, dalle 23.00 si terrà il River To River 18th Birthday Party con il Pink Panther Bollywood dj set presso Amblè (Piazzetta dei Del Bene, 7/A).

Il River to River Florence Indian Film Festival si svolge con il Patrocinio dell’Ambasciata dell’India, sotto l’egida di Fondazione Sistema Toscana, ed è realizzato con il contributo di Regione Toscana, Comune di Firenze, Ente Cassa di Risparmio di Firenze e Sensi Contemporanei Toscana per il Cinema.
Il festival si avvale del sostegno del major sponsor Bagri Foundation e degli sponsor Salvatore Ferragamo e Instyle; dei partner tecnici Hotel Roma, Pensione Canada, Air India, Fondazione Studio Marangoni, Marchesi Frescobaldi, Amblè, Cescot Firenze, Buh!, Pocket Films , Indian Association of North Italy; infine, dei media partner MYmovies.it, Firenze Spettacolo, The Florentine, Rdf e Novaradio.

Biglietti

Tutti i film sono programmati al cinema “La Compagnia” in via Cavour 50/r, Firenze. Biglietto singolo (mattina, pomeriggio, sera) 6,00 euro II Giornaliero 10,00 euro II Biglietto ridotto studenti 5,00 euro II Biglietto giornaliero con riduzione 8,00 euro (studenti, soci Coop, soci Arci, clienti Amblè, possessori biglietto Museo Salvatore Ferragamo). Abbonamento 40,00 euro, ridotto 30,00 euro. I biglietti sono acquistabili online al link: https://cinemalacompagnia.ticka.it/

Segui il festival sulla pagina Facebook https://www.facebook.com/rivertoriverfiff, su Twitter e Instagram @river2riverfiff  con l’hashtag #R2RFIFF.

Per ulteriori informazioni visita il sito www.rivertoriver.it