Home > Webzine > Cinema > Retrospettiva dedicata a Yorgos Lanthimos al Cinema La Compagnia di Firenze
martedì 24 novembre 2020

Retrospettiva dedicata a Yorgos Lanthimos al Cinema La Compagnia di Firenze

28-10-2020
La programmazione cinematografica è sospesa da lunedì 26 ottobre 2020 e le proiezioni sono annullate fino al 24 novembre 2020.

In occasione dell'uscita in sala di alcuni dei primi film di Yorgos Lanthimos, uno dei maggiori talenti del cinema contemporaneo, il Cinema La Compagnia di Firenze (via Cavour, 50r) propone nella giornata di mercoledì 28 Ottobre 2020 una retrospettiva a lui dedicata. Tre dei maggiori film del regista regista saranno proiettati in sala, in lingua originale con sottotitoli in italiano.

La proiezione delle ore 20.30 sarà anticipata dalla presentazione, a cura della critica cinematografica Caterina Liverani, del libro "Anestesia di solitudini", monografia sulla vita ed il lavoro di Lanthimos, uno dei principali artefici del rilancio del cinema greco a livello internazionale. Protagonista di una velocissima ascesa, il giovane cineasta, si è fatto apprezzare per il suo stile inconfondibile e spiazzante, che gli è valso il riconoscimento unanime di autore da parte del sistema-cinema. Un marchio di fabbrica che è stato ispirazione non soltanto per la new wave greca, ma anche per un certo tipo di cinematografia a un passo dal surreale che raramente è riuscita a raggiungere le stesse vette.

Il programma

Ore 15.30 - The Lobster
The Lobster è una storia d'amore ambientata in un futuro prossimo, dove i single, secondo quanto stabiliscono le regole della città, vengono arrestati e trasferiti in un hotel, dove sono obbligati a trovarsi un partner entro 45 giorni. Se falliscono vengono trasformati in un animale a loro scelta e liberati nei boschi. Un uomo disperato fugge dall'hotel e si rifugia proprio nei boschi, dove vivono i Solitari; lì s'innamorerà, trasgredendo alle regole. Premio della Giuria a Cannes 2015.

Ore 18.30 - Dogtooth (Kynodontas)
Una famiglia composta da padre, madre e tre figli, vive in periferia in una casa circondata da un grande recinto. I ragazzi non hanno mai oltrepassato il muro che li separa dal resto della città e sono stati educati e istruiti per volere dei genitori senza alcuna influenza dal mondo esterno. L'equilibrio viene spezzato quando il padre, per soddisfare gli istinti sessuali del figlio, introduce in casa un elemento esterno: Christina. Premio Un Certain Regard a Cannes 2009.

Ore 20.30 - Alps
Alps è il nome di un gruppo di quattro persone (un'infermiera, un paramedico, una ginnasta e il suo allenatore) che offrono, dietro pagamento di una cifra elevata, un supporto particolare alle famiglie che hanno perso i propri cari. In un clima di annullamento totale delle loro personalità, gli Alps rimpiazzano i defunti nelle attività quotidiane, ne ripetono gesti e abitudini e ne rinsaldano i legami con chi li circonda, in modo da non far pesare la loro assenza. Premio per la Miglior Sceneggiatura a Venezia68.

Biglietti: 4€ intero; 3€ ridotto con tessera IoinCompagnia

Maggiori informazioni: www.cinemalacompagnia.it

C.B.