Home > Webzine > Cinema > "Kibaka Florence for Young", il festival giovanile di cinema africano online su Più Compagnia
sabato 06 marzo 2021

"Kibaka Florence for Young", il festival giovanile di cinema africano online su Più Compagnia

15-02-2021
Lunedì 15 febbraio 2021 arriva l'edizione gratuita e virtuale del "Kibaka Florence for Young" sulla piattaforma Più Compagnia, del cinema La Compagnia di Firenze, con 5 titoli pluripremiati, incontri e approfondimenti con registi, attori e scrittori afroeuropei.

Il Kibaka Florence Festival di Cinema Africano nasce nel 2011 come un evento in cui presentare al pubblico un tipo di cinema alternativo, lontano dagli stereotipi e dai luoghi comuni legati all’Africa. I film, realizzati da autori africani e non solo, riescono a far emergere aspetti poco noti e inediti delle poliedriche società africane odierne. "Kibaka", nella lingua kimbundu, appartenente al vasto gruppo etno-linguistico bantu in uso nel centro-nord dell’Angola, significa “sedia”. Con questa parola ci si riferisce all’antica usanza degli anziani della tribù di raccontare una storia davanti a un pubblico di giovani seduti per tramandare le tradizioni della terra e degli antenati.

In questa edizione gratuita e virtuale che si terrà lunedì 15 febbraio 2021 su PiùCompagnia, assisteremo a incontri e approfondimenti con registi, attori e scrittori afroeuropei, oltre alla proiezione di tre cortometraggi pluripremiati (Aya Goes to the Beach – Aya va alla spiaggia, Marocco, 2015; A Place for Myself – Un posto per me, Ruanda, 2016; Yasmina, Francia, 2018), del mediometraggio senegalese del 1999 La petite vendeuse de soleil – La piccola venditrice di sole; e del film Yomeddine, di Abu Bakr Shawky (Egitto, 2018), selezione ufficiale al Festival di Cannes 2018 e selezionato per rappresentare l’Egitto ai Premi Oscar 2019.

Programma
L'appuntamento online ospiterà l'incontro "Le nuove generazione di cineasti Afro-discendenti a confronto" con Maria de Sousa, Amin Nour, Marilena Dilli Umuhoza, Nadia Kiabout, Fred Kworno, Gaston Biwole, Yassin Kassin e Daphne Di Cintio. Modera, Matias Mesquita Kibaka Film Festival.

Cortometraggi

"Aya Goes to the Beach – Aya va alla spiaggia" di Maryam Touzani, Marocco, 2015, 17′
Aya ha solo 10 anni ma già lavora come domestica in un appartamento di Casablanca. Segregata in casa, le sue uniche distrazioni sono la tv e la vicina di casa in sedia rotelle con cui chiacchiera dal balcone. La festa dell’Eid si avvicina e Aya sogna di poter realizzare il suo sogno: uscire per andare al mare.
Premi: CINIT e Menzione Speciale al FCAAAL 2016 (Milano), Nominato a Miglior Cortometraggio al Dubai International Film Festival 2015 (Emirati Arabi Uniti).

"A Place for Myself – Un posto per me" di Marie Clémentine Dusabejambo, Ruanda, 2016, 21’
Elikia è al primo giorno di scuola. Albina, e per questo abbandonata dal padre, viene subito emarginata dai compagni. Sarà l’amore materno ad accompagnarla nel suo percorso scolastico, tra ostilità adulte e discriminazioni.
Premi: Premio Ismu al FCAAAL 2017 (Milano), Tanit de bronze per il Miglior Cortometraggio alle Journées Cinématographiques de Carthage 2016 (Tunisia).

"Yasmina" di Claire Cahen e Ali Esmili, Francia, 2018, 20′
La quindicenne Yasmina è la giovane promessa di una squadra di calcio. Brava e piena di grinta, è determinata ad affermarsi nel mondo dello sport. Quando arrestano il padre clandestino, Yasmina deve decidere se nascondersi o giocare la partita più importante per il suo futuro.
Premi: Cinit al FESCAAAL 2019, Premio della Giuria (Festival du Film de Tanger 2019).

Presentazione della prima edizione del cinema afroeuropeo per ragazzi con Tiziana Cappelli, Ass. Progetto Arcobaleno/Progetto Bella Presenza; Justin R. Thompson, Fondatore Black History Month Florence e Matias Mesquita, direttore Kibaka Film Festival.

"La petite vendeuse de soleil – La piccola venditrice di sole" di Djibril Diop Mambéty, Senegal, 1999, 45’
Sisi, una ragazzina diversamente abile, vive sui marciapiedi di Dakar chiedendo l’elemosina. All’ennesima violenza subita dai piccoli strilloni che vendono i quotidiani, Sisi decide di diventare anche lei venditrice di giornali, nonostante le stampelle con cui è costretta a camminare. Con l’aiuto di un amico realizza il suo obiettivo e si emancipa. Da questo momento comincia per lei una nuova vita.
Premi:Premio CUMSE al Festival del Cinema Africano 2000 (Milano); Miglior Cortometraggio al Los Angeles Pan African Film Festival 2000 (USA); Premio della Giuria e Premio Miglior Attrice del Sud a Lissa Balera al Festival Internazionale di Namur 1999 (Belgio).
Contenuto disponibile il 15 febbraio, dalle 19.15 fino a mezzanotte.

"Yomeddine" di Abu Bakr Shawky, Egitto, 2018, 97’
Beshay non è mai uscito dal lebbrosario nel deserto egiziano dove la famiglia l’ha abbandonato da bambino. Dopo la scomparsa di sua moglie, decide per la prima volta di partire alla ricerca delle sue origini. Prende sotto la sua protezione un orfanello e insieme vanno alla ricerca di una famiglia. Un viaggio iniziatico, un road movie nell’Egitto profondo, che con tono leggero ci parla di miseria, tabù religiosi ed esclusione.
Premi: Selezione Ufficiale al Festival di Cannes 2018, Selezionato per rappresentare l’Egitto ai Premi Oscar 2019 nella categoria Miglior Film in lingua straniera, Premio della Giuria Studenti Docenti ISMU – Big Zebra al MiWY 2019, Premio François Chalais al Festival di Cannes 2018, Tanit d’Argento alle Giornate Cinematografiche di Cartagine 2018, Premio della Giuria Studenti al Philadelphia Film Festival 2018, Premio del Pubblico al Valladolid International Film Festival 2018.
Contenuto disponibile il 15 febbraio, dalle 20.00 fino a mezzanotte.

La rassegna "Kibaka Florence for Young" è finanziata dal Progetto Bella Presenza, contro l’abbandono scolastico.

Per maggiori informazioni: www.cinemalacompagnia.it  - www.kibakaflorencefestival.org