Home > Webzine > Cinema > "Dentro il cinema coreano", 4 lezioni con la critica Caterina Liverani in Mediateca Toscana
lunedì 23 maggio 2022

"Dentro il cinema coreano", 4 lezioni con la critica Caterina Liverani in Mediateca Toscana

16-05-2022
Dopo il successo della XX edizione del Florence Korea Film Fest, conclusosi al cinema La Compagnia lo scorso 15 aprile, a Firenze torna un focus sulla cinematografia della Corea del Sud, in collaborazione con il festival internazionale diretto da Riccardo Gelli. Per il ciclo di eventi culturali in Mediateca Toscana (via San Gallo, 25), La valigia dei sogni, nei giorni lunedì 16, 23 e 30 maggio e il 6 giugno 2022, si terrà "Dentro il cinema coreano": 4 lezioni a cura della critica Caterina Liverani.

Sarà un viaggio attraverso le storie e i protagonisti della cinematografia che più di tutte ha segnato il presente e che il Florence Korea Film Fest, da venti anni, porta in città. Si parlerà del terrificante romanticismo di Kim Ki-duk; del tema della vendetta nel cinema di Park Chan-wook; delle realtà distopiche raccontate da regista Premio Oscar Bong-Joon-ho; si farà un'incursione nel fenomeno dei Drama: le serie televisive Made in Korea che, come Squid Game, hanno conquistato il mondo.

Kim Ki-duk nella sua vita, finita prematuramente lo scorso anno, ha sentito sempre forte l'esigenza di raccontare. Un cinema semplice, il suo, fatto di temi ricorrenti e di un'estetica fortemente simbolica che ha incantato il pubblico di tutto il mondo e ha creato scalpore in patria. Il suo romanticismo profondo e spiazzante sarà al centro del primo incontro (16 maggio).

La folgorante ascesa di Park Chan-wook che in pochissimo tempo, grazie ai riconoscimenti avuti nei festival internazionali, si è imposto divenendo uno dei primi registi sudcoreani ad aver girato un film a Hollywood. Al centro del secondo incontro (23 maggio) anche la matrice letteraria delle sue sceneggiature e il tema ricorrente della Vendetta nel suo cinema.

Il terzo incontro (30 maggio) si addentrerà nell’universo creativo di Bong Joon-ho, un autore Premio Oscar, che nella sua carriera ha toccato tutti i generi, con lo scopo di raccontare i contrasti della società sudcoreana di oggi: dall’esasperazione della realtà, alla fantascienza, passando per un futuro prossimo dispotico. La consacrazione nel 2020 con il film pluripremiato Parasite e i nuovi progetti, in continua evoluzione.

La vita, l'amore, il passato. La commedia umana e le derive fantascientifiche della forma di intrattenimento più popolare in Corea del Sud che ha conquistato il mondo, i Drama, saranno al centro dell’ultimo incontro (6 giugno). L'estetica della serialità, lo sviluppo dei generi, i grandi registi e gli attori più conosciuti del cinema, prestati al piccolo schermo. Nel corso dell’incontro si cercherà di dare una risposta alla domanda: qual è il segreto del successo, in patria e nel mondo, dei Drama sudcoreani?

Gli incontri si tengono in via San Gallo, 25 a Firenze, ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti, è consigliata la prenotazione all’indirizzo: segreteria@fst.it 

Per maggiori informazioni: www.mediatecatoscana.it