Città di Firenze
Home > Webzine > Cinema > Nuova programmazione settimanale del Cinema Spazio Uno di Firenze
sabato 13 aprile 2024

Nuova programmazione settimanale del Cinema Spazio Uno di Firenze

19-01-2023
Ecco la programmazione del Cinema Spazio Uno di Firenze (via del Sole, 10) che da giovedì 19 a mercoledì 25 gennaio 2023 proietterà i seguenti film:

"CLOSE" di Lukas Dhont
Con il suo primo lungometraggio, "Girl", il regista belga Lukas Dhont era meravigliosamente uscito dai canoni del racconto di formazione per raccontare la dura e tenera vicenda di un ragazzo impegnato nella propria transizione di genere, affermandosi come un regista dotato di rara sensibilità. Con il suo secondo film, "Close", torna a raccontare il mondo dei ragazzi con un coming of age che a sua volta dà prova della grazia e dell’originalità del suo sguardo. Presentato in Concorso al Festival di Cannes, dove ha vinto il Grand Prix Speciale della Giuria, e poi ad Alice nella Città, sezione parallela e autonoma della Festa del Cinema, il film si afferma dunque come gioiello di dolcezza ma anche per la brutale onesta con cui ritrae il delicato periodo dell’adolescenza. Il regista torna ad affrontare il tema dell'identità sessuale contestualizzandolo all'interno di un rapporto di profonda amicizia, e si si dimostra ancora una volta estremamente abile nel portare sullo schermo le sensibilità di chi vive una fase di mutamento nella propria vita. Questa volta sotto la lente di ingrandimento ci sono due ragazzini che vivono con spensieratezza, ma non con superficialità, una delle fasi più complesse dell'esistenza umana. Uno di loro, Leo, è il più esuberante e solare mentre l'altro, Rèmi, è il più riflessivo e si dedica anche, oltre agli studi di routine, all'apprendimento del suono del flauto. Le loro famiglie si conoscono e vedono nella loro amicizia nient'altro che un bel rapporto di mutuo apprendimento e crescita. Centrale è, dì conseguenza, anche il tema del rapporto genitori-figli: "Close", è così forte emotivamente proprio per il suo porsi interamente all'altezza e in ascolto di ciascun elemento del mosaico, mettendo in rilievo le dinamiche familiari con le loro emozioni e cogliendone e amplificandone le gioie e le paure.

Il film è in Francese + Sott.
Giovedì 19/01 Ore 15:30 - 19:25
Venerdì 20/01 Ore 17:30 - 21:30
Sabato 21/01 Ore 15:30 - 21:20
Domenica 22/01 Ore 17:20 - 19:10
Martedì 24/01 Ore 21:00
Mercoledì 25/101 Ore 16:00
IMPORTANTE - Nel film è centrale la tematica del rapporto genitori-figli:
INGRESSO GRATUITO a tutti i minorenni che verranno a vedere "Close" con i genitori!!!

"UN BEL MATTINO" di Mia Hansen-Løve
Come drammi attesi e amori inaspettati convivono nella quotidianità: un film sulla quotidianità del dolore, ma anche sulla semplicità con cui nascono nuovi sentimenti, che fanno quasi da contrappeso emotivo. Ci sono film che sono piccoli miracoli: nel senso che sono fatti, apparentemente, di cose minuscole, di dettagli e di rime che li trasformano in musica concreta, di cose che passano pudiche sotto un realismo piano, modesto, in apparenza neutrale. Sono film che marchiano dolcemente e inesorabilmente, al fuoco lento del tempo. Che cosa lasciamo dietro di noi? Che cosa costituisce al meglio la nostra essenza? Come saremo ricordati? In uscita nelle sale italiane il 12 gennaio, "Un bel mattino (Un beau matin)" è stato presentato nella Quinzaine des Réalisateurs al 75° Festival di Cannes. L’ultimo lungometraggio della regista francese è un ritorno alle origini: i suoi primi film erano racconti melanconici mossi tra storie familiari e amori inattesi, e per tale ragione "Un bel mattino" è l’opera più completa di una regista capace di fare della semplicità l’emblema delle più grandi tragedie umane contemporanee. Come la stessa Hansen-Love afferma, il film si ispira alla malattia del padre, iniziando a scriverne la sceneggiatura quando egli era ancora in vita. Una sinfonia leggera e dolce, il cui testo nasconde però un significato profondo e sofferente. Mentre la narrazione ci immerge nella tranquilla quotidianità di Sandra, uno sguardo interno svela il tumulto di una donna provata dalle condizioni del padre, il cui ricordo di lei si sta affievolendo proprio come la sua vita. Amore e morte, lutto e vita, forza e fragilità, questi i capisaldi di "Un bel mattino". Contrasti che si incontrano, spogliati di qualsiasi filtro e restituiti nella loro accezione più realistica, vera, autentica. Una pellicola che non lascia spazio ad altre interpretazioni, che vuole conciliare il bello della vita ma anche le sue sfumature ombrose, un inno ad essa ma anche un atto di consapevolezza verso l’ultima “compagna” con cui bisogna prima o poi fare i conti.

Giovedì 19/01 Ore 17:20 - 21:15
Venerdì 20/01 Ore 15:30 - *19:25
Sabato 21/01 Ore 17:20 - *19:20
Domenica 22/01 Ore 15:20 - 21:00
Mercoledì 25/01 Ore *18:00
*Le proiezioni con asterisco sono in Francese + Sott.

"LOST HIGHWAY - Strade Perdute" (Restaurato in 4k) di David Lynch
Il film è in Inglese + Sott.
Lunedì 23/01 Ore 19:00€ 4,00
Martedì 24/01 Ore 16:30

"GIRL" di Lukas Dhont
Il film è in Francese + Sott
Lunedì 23/01 Ore 21:15€ 4,00
Martedì 24/01 Ore 19:00€ 4,00

"TRIANGLE OF SADNESS" di Ruben Östlund
Triangle of Sadness è ambientato nel mondo della moda e racconta la storia di due modelli e influencer, Carl (Harris Dickinson) e Yaya (Charlbi Dean), che stanno meditando di dare l'addio alle passerelle. Nonostante la loro giovane età, il tempo inizia a mostrare i primi segni del suo passaggio e nello stressante mondo del fashion le rughe non sono viste di buon occhio. È così che Carl e Yaya si ritrovano di fronte a un bivio: abbandonare o resistere?

Il film è in Inglese + Sott.
Lunedì 23/01 Ore 16:00
Mercoledì 25/01 Ore 20:15


Per ulteriori informazioni: www.cinemaspaziouno.it