Home > Webzine > Giovani Reporter > Il Russell-Newton presenta “Alternatività. Tradizioni natalizie dei nostri paesi”
giovedì 09 aprile 2020

Il Russell-Newton presenta “Alternatività. Tradizioni natalizie dei nostri paesi”

20-12-2019

In occasione delle feste natalizie e nell’ambito dei Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento, la classe 3°V, indirizzo Scienze Umane, ha organizzato un percorso itinerante che spieghi le tradizioni natalizie di alcuni paesi europei. L’appuntamento di venerdì 20 dicembre dalle ore 17.00, è organizzato da Samantha Taruffi, docente dell’Istituto Russell-Newton di Scandicci, nella splendida sede dell'Archivio Storico del Capitolo Metropolitano Fiorentino, in piazza del Capitolo a Firenze, con la sua biblioteca secolare che racchiude manoscritti dall'età carolingia in poi. Sarà presente il Dirigente scolastico Anna Maria Addabbo, che introdurrà la manifestazione.

La classe, essendo formata da diversi allievi stranieri, ha privilegiato la narrazione della festa natalizia delle loro nazioni di provenienza cioè Albania, Serbia e Romania. Gli studenti italiani invece parleranno della nazione con le varie tradizioni sia del nord, centro e sud, e altri ancora dell'Europa in generale. La serata sarà caratterizzata da una degustazione di preparazioni culinarie e, attraverso una serie di computer che coinvolgeranno gli spettatori, un video dove saranno rappresentati i tanti usi e costumi natalizi.

Tutti gli studenti della classe 3°V saranno presenti alla manifestazione con i loro genitori, a cui è stato dato il compito di preparare dei cibi etnici e tradizionali dei paesi di provenienza e saranno a disposizione del pubblico presente per degli assaggi. Ogni tavolo sarà munito di un monitor su cui scorreranno le immagini natalizie, tipiche dei vari paesi, con un sottofondo di musiche tradizionali. Alcuni studenti della classe V°A del Liceo scientifico faranno da guida alle visite, articolate in tre turni di mezz’ora: alle ore 17.00, 17.30 e alle 18.00.

Un ragazzo e una ragazza, sempre della classe quinta accoglieranno i visitatori vestiti da elfi con campanellini, orecchie a punta e ciabatte con i bubboli e li accompagneranno durante il percorso.