Home > Webzine > Giovani Reporter > "Non sei mai stato a Firenze se..." un pomeriggio con Wikipedro
mercoledì 21 ottobre 2020

"Non sei mai stato a Firenze se..." un pomeriggio con Wikipedro

17-09-2020
Si è tenuta nel pomeriggio di mercoledì 16 settembre 2020 all'Area Pettini (Via Faentina, 145 - Firenze) la presentazione del libro "Non sei mai stato a Firenze se..." di Wikipedro, curata da Fico Bistrò dello Spazio Cure di Firenze. Una presentazione, come lo stesso ospite ha sottolineato,#fuorilemura. A moderare l'evento Radio Toscana che, come lo scrittore ha raccontato, ha il merito di averlo ribattezzato in Wikipedro.

Pietro Resta, nome di battesimo del noto Wikipedro, è un fiorentino verace, nato e cresciuto Oltrarno. Da diversi anni racconta sui social le mille storie e le tante meraviglie artistiche di Firenze con il piglio ironico e scanzonato tipico dei toscani. Attraverso i suoi video itineranti porta i suoi follower alla scoperta dei piccoli e dei grandi segreti di una delle città più visitate al mondo. Dopo aver partecipato ad un programma televisivo, del quale non ha troppi ricordi felici, Pietro si è cimentato nell'editoria. 

Durante la presentazione sono emersi vari aneddoti interessanti non solo sulla stesura del libro, ma anche sulla vita personale dello scrittore. Wikipedro ha infatti ricordato di come, all'inizio della sua carriera da influencer, i suoi amici erano soliti prenderlo in giro e parodiarlo in diversi video. Pedro, oltre ad aver ringraziato gli amici, sottolineando che l'ironia e l'autoironia, se sane, sono delle armi vincenti, ha utilizzato questo espediente per esortare i ragazzi che lo seguono a non fermarsi alle semplici difficoltà, perchè se si è convinti di quello che si fa, e lo si fa con passione, si è nel giusto.

Sulla stesura del libro, invece, il giovane scrittore ha raccontato della casualità dell'evento. Il tutto è partito da una chiamata della Mondadori che lo ha portato, a sua spese (come ha tenuto a sottolineare), a Milano per discutere di un ipotetico progetto. Da qui l'idea di scrivere un libro. Non un romanzo, ma qualcosa che potesse riportare i suoi celebri video in carta. Ed è in questo modo che è stato partorita l'idea di una guida pratica, piena di storie, aneddoti e chicche alla scoperta di Firenze, con Wikipedro come guida personale. Possiamo dire che l'esperimento sia riuscito, in quanto leggendo il libro, ci si immagina questo gaio ragazzo che ci accompagna per le strade fiorentine alla ricerca di un posto dove "andare se sei innamorato" o, per citare lo scrittore, "dove pomiciare".

Wikipedro ha poi raccontato di come non sia stato facile scrivere e soprattutto di come si sia fatto aiutare e guidare da chi, in materia editoriale, sapeva qualcosina in più. Ha però precisato che su una cosa non ha voluto sentir ragioni: la copertina. Sembra infatti che tutte le bozze non rientravano affatto nei gusti dell'autore. Era tutto da cestinare e rifare. Poi un faro in lontananza. "Qualcuno della Mondadori" in un soggiorno a Roma viene portato a vedere la cupola di San Pietro da una prospettiva che mai si sarebbe immaginato: attraverso il buco di una serratura. Ed ecco che l'idea viene rielaborata e, utilizzando il medesimo espediente, al centro della copertina del suo libro appare una serratura dalla quale poter vedere la Cupola del Brunelleschi.

Che sia un auspicio per un futuro Wikipedro romano?... Lo scrittore non ha escluso quest'idea ma ha giustamente sottolineato che Firenze è casa sua, è parte di lui. Quindi in attesa di un suo nuovo progetto in qualche altra città o in giro per le cantine toscane (che sia Norcia la nuova meta?), non vi resta che seguirlo su Instagram, e con la sua guida in tasca scoprire le meraviglie che la città di Firenze offre.

di Carlotta Oliva