Home > Webzine > Giovani Reporter > Giornata Europea delle Fondazioni: Firenze suona in contemporanea con altre 50 città italiane
mercoledì 21 ottobre 2020

Giornata Europea delle Fondazioni: Firenze suona in contemporanea con altre 50 città italiane

02-10-2020
Il 1° ottobre 2020 l’iniziativa "Risuonaitalia" promossa da Acri ha visto protagonisti i musicisti di Firenze e di altre 50 città italiane per la Giornata Europea delle Fondazioni, che hanno suonato contemporaneamente alle 11.00 l'Inno alla Gioia di Ludwig Van Beethoven (inno ufficiale dell'Unione Europea dal 1972).

A Firenze il concerto si è svolto presso Villa Bardini, che con la sua vista diretta sull'intera città ha contribuito a rendere l’Inno suonato dal fisarmonicista Nicola Tommasini ancora più suggestivo.
A seguire, all'interno della villa, l’ensemble di violoncelli della Scuola di Musica di Fiesole, insieme alla soprano Anna Subbotina, ha eseguito la V Bachianas brasileiras di Heitor Villa-Lobos e il concerto con Fuga y misterio di Astor Piazzolla.

Il concerto si è svolto appunto in occasione dell’ ottava edizione della Giornata Europea delle Fondazioni, che è stata promossa dal network europeo delle associazioni nazionali delle Fondazioni di origine bancaria (Dafne) per diffondere una maggiore riconoscibilità del ruolo e dell’attività delle Fondazioni di origine bancaria in ambito comunitario.
Con l’evento, le associazioni insieme ai musicisti hanno esortato, attraverso la musica e la voglia di stare insieme, a ripartire all’insegna della solidarietà e dello spirito di comunità.

Nel pomeriggio dello stesso giorno in ciascuna città e per iniziativa delle singole Fondazioni, si sono poi svolti anche dei concerti veri e propri, compresi di pubblico.
A Firenze, alle ore 19.00, al Teatro della Pergola, Edoardo Rosadini ha diretto l'orchestra da camera formata dagli allievi della Scuola di Musica di Fiesole e del Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze. In programma Le quattro stagioni di Antonio Vivaldi.

"Questa giornata – ha affermato il Direttore Generale di Fondazione CR Firenze Gabriele Gori - celebra l’importante ruolo che hanno assunto le fondazioni bancarie in tutta Europa. Mai come in questo momento, in cui la pandemia ha stravolto le priorità globali, esse sono state un prezioso motore di supporto e di sviluppo delle realtà produttive e sono state fondamentali nell’aiutare le istituzioni e le strutture sanitarie durante l’ emergenza Covid. Lo sono anche nell’azione di sensibilizzazione dell’opinione pubblica sul ruolo dell’ Europa come ‘casa comune’ dentro la quale possono ritrovarsi quelle energie e intellettuali, morali ed economiche che posso aiutarci ad affrontare un evento epocale e grave come quello che stiamo attraversando".

Per maggiori informazioni: www.acri.it/risuonaitalia/ 

di Costanza Del Bianco