Home > Webzine > Giovani Reporter > "L'esperimento" di Joseph Wright of Derby ospite agli Uffizi
mercoledì 21 ottobre 2020

"L'esperimento" di Joseph Wright of Derby ospite agli Uffizi

08-10-2020
È stato inaugurato il 6 Ottobre alla Galleria degli Uffizi di Firenze l'arrivo del capolavoro pittorico "Esperimento su di un uccello inserito in una pompa pneumatica" del pittore inglese Joseph Wright of Derby, all'interno dell’esposizione “Arte e Scienza”, curata da Alessandra Griffo, proprio nella sala che si trova tra i dipinti di Leonardo Da Vinci e quelli di Michelangelo e Raffaello.

Il dipinto, che difficilmente viene concesso in prestito, arriva direttamente dalla National Gallery di Londra, e viene ora per la prima volta esposto in Italia, all'interno di una sala in cui viene messo in dialogo con altre opere come "il San Girolamo con due angeli" di Bartolomeo Cavarozzi e "L’Accademia di Baccio Bandinelli" di Enea Vico, per metterne a confronto lo studio e l'uso della luce, l'attenzione per i dettagli e le emozioni contrastanti dei volti delle varie opere.

Questo capolavoro non poteva essere più attuale, in quanto esprime al suo interno tutte le varie emozioni e reazioni di un pubblico medio davanti ad una novità, in questo caso scientifica: ammirazione, spavento, indifferenza, meraviglia, curiosità e preoccupazione. Dico attuale perchè non sono forse le stesse reazioni che abbiamo riscontrato in tutto il mondo tra le persone davanti alla notizia di una pandemia mondiale? Che sia quindi il 1768 (anno di esecuzione del dipinto) o il 2020, le reazioni degli esseri umani non cambiano davanti ad una simile novità. Anche le reazioni in Inghilterra, nel periodo che vedeva l'inizio della prima Rivoluzione Industriale, davanti al dipinto appena esposto furono molteplici, ma tra la maggior parte del pubblico fece scalpore, in quanto per la prima volta la scienza stava uscendo dai laboratori e si stava inserendo nell'arte. Per questo lo scienziato rappresentato al centro viene paragonato al "mago rinascimentale", una figura nuova, vestito più come fosse un illusionista piuttosto che un uomo di scienza, che con lo sguardo esce fuori dal quadro e sembra invitare tutti gli spettatori ad assistere al suo esperimento.

Nel corso della presentazione il lavoro di Wright è stato più volte paragonato ad un Caravaggio per quanto riguarda il magistrale uso della luce e della sua diffusione, infatti, come in molti dipinti del maestro italiano, anche qui la luce rimbalza sugli abiti del pubblico e ne colora i volti. In questo caso però la luce diventa quasi una vera e propria citazione, come se l'artista avesse voluto evocare con i contrasti tra luce ed ombra gli esperimenti e le scoperte inglesi, ovvero della sua Terra Madre, come per esempio l'esperimento sulla luce di Newton.

In poche parole "Esperimento su di un uccello inserito in una pompa pneumatica", si presta a molteplici letture, e grazie alle sue grandi dimensioni (183×244 cm) lo spettatore può prendere parte a quella scena, interpretando e reagendo a modo suo, contribuendo così a 'rompere la quarta parete'.

Il dipinto rimarrà ospite del museo degli Uffizi fino al 24 gennaio 2021, simbolo dei legami culturali tra Londra e Firenze nel segno della storia, dell’arte e della natura.

Per maggiori informazioni: www.uffizi.it

di Costanza Del Bianco