Home > Webzine > UNIncontro Interculturale a Firenze > UNIncontro Interculturale a Firenze - ''Bibliomondo Casa dell'Intercultura'' (2015)
mercoledì 21 ottobre 2020

UNIncontro Interculturale a Firenze - ''Bibliomondo Casa dell'Intercultura'' (2015)

12-11-2015
La BiblioteCanova è uno dei centri nevralgici del quartiere Isolotto del comune di Firenze. Nata come piccolo centro di ritrovo, oggi è una tra le realtà  più inserite nel territorio e partecipata attivamente dai suoi utenti. In un contesto dinamico e fervente di attività nasce il progetto “Bibliomondo” dell’associazione “Lib(e)ramente-Pollicino”. Fortemente voluto dai dipendenti della biblioteca oggi unisce i cinque continenti sotto il suo tetto. Consapevoli della multietnicità della realtà che li circonda, 40% della popolazione, il circuito delle biblioteche fiorentine, cogliendo l’occasione fornitagli dalla provincia, decide di avviare dieci corsi di lingua italiana per stranieri, che altrimenti avrebbero rischiato di non aver luogo, al fine di avvicinarli anche all’istituzione della biblioteca. Cominciando un’impresa tutt’altro che facile, i più agguerriti sostenitori dell’iniziativa intraprendono una vera e propria campagna di sensibilizzazione al fine di regalare completa visibilità al progetto, anche grazie alla collaborazione dell’Ufficio Anagrafe, centri per l’impiego, supermercati, circoli ricreativi, farmacie, autoscuole e scuole; dopo un solo mese, per i due soli corsi spettanti alla biblioteca dell’Isolotto, si contavano più di cento iscrizioni. Si finì col tenere tutti e dieci i corsi nello stabile in questione, necessaria solo la realizzazione della tessera bibliotecaria. Registratasi inizialmente una presenza prevalentemente maschile, nel giro di poco tempo le  barriere alzate nei confronti delle istituzioni vengono abbattute. Il passaparola tra gli utenti stessi, grazie anche alla vasta gamma di materiali in lingua disponibili nella biblioteca, avvicina donne e bambini. A trasmettere il proprio bagaglio culturale sono esclusivamente volontari, e tra i vari candidatisi, una volta venuti a conoscenza del progetto grazie all’attività pubblicitaria intrapresa, solo coloro mossi da vera voglia di condividere hanno effettivamente realizzato l’impresa. La biblioteca e “Bibliomondo” colgono l’occasione e invitano a sposare la causa dell’integrazione già i più piccoli istituendo anche altri corsi, come quello di lingua araba che si terrà a breve; il lavoro di squadra è una costante nella promozione dell’interculturalità. Tra i prossimi eventi curati da “Bibliomondo”, il capodanno islamico il 14 novembre. Nella lotta contro l’annientamento delle diversità, l’ormai avviato e autonomo progetto “Bibliomondo” e coloro che l’hanno reso possibile hanno svolto e sicuramente continueranno a svolgere un ruolo importante.

Bibliomondo

PER INFO E ORARI
www.biblioteche.comune.fi.it/bibliotecanova_isolotto/attivita
FOTO
Collegamento ipertestuale

A cura di:
Adriana Fabiano, Franziska Link, Federica Lo Gioco, Desiré Querzoli