Home > Webzine > Arte > Ottobre con Enjoy Firenze: tra passeggiate culturali cittadine e una speciale iniziativa
giovedì 21 novembre 2019

Ottobre con Enjoy Firenze: tra passeggiate culturali cittadine e una speciale iniziativa

07-10-2018

Un itinerario nei luoghi della congiura dei Pazzi, una passeggiata nel centro storico alla scoperta degli antichi luoghi di detenzione fiorentini, un percorso guidato alla Santa Croce di Vasco Pratolini, una mattina di trekking urbano nel cuore di Gavinana e una speciale iniziativa per la notte di Halloween. Sono queste alcune proposte per il mese di ottobre firmate “Enjoy Firenze”, il cartellone di percorsi guidati alla scoperta dei tesori artistici e architettonici di Firenze e della Toscana in compagnia di esperti e archeologi curato da Cooperativa Archeologia.

10 gli appuntamenti del mese, che si apriranno domenica 7 ottobre alle 9.30 con la visita a un grande classico: le Cappelle Medicee di San Lorenzo, luogo di sepoltura dei membri della famiglia Medici. Lo splendido Museo è costituito dalla Sagrestia Nuova, di cui Michelangelo concepì e disegnò le sculture, dalla Cappella dei Principi, monumentale mausoleo in pietre dure, il cui sfarzo è dato dai ricchissimi intarsi in commesso fiorentino, per la realizzazione dei quali fu creato l’Opificio delle Pietre Dure, dalla Cripta, dove sono sepolti i Granduchi Medici e i loro familiari, e dalla Cripta lorenese, che accoglie, oltre alle spoglie della famiglia dei Lorena, il monumento funebre a Cosimo il vecchio “Pater Patrie”.

Tra gli appuntamenti in programma: una passeggiata nel centro storico alla scoperta degli antichi luoghi di detenzione fiorentini, che ripercorre la loro storia dal medioevo ai giorni nostri. L’itinerario partirà dal Bargello dove all'angolo con via Ghibellina si trova, inglobata, nel fianco del palazzo, la torre "Volognana", nei cui sotterranei ebbe per secoli angusto spazio la prigione, così chiamata dal nome di Geri da Volognano, uno dei primi carcerati che vi furono rinchiusi e attraverserà il centro storico della città toccando i luoghi dove un tempo si trovavano altri edifici di detenzione, concludendosi alle Murate, principale carcere della città fino al 1983 (13/10). Immergersi in un’altra epoca sarà possibile grazie a un itinerario alla scoperta della storia e dei luoghi della congiura dei Pazzi, la cospirazione ordita dalla famiglia dei banchieri fiorentini per stroncare, con l’appoggio del papato, della Repubblica di Siena e del Regno di Napoli, l’egemonia dei Medici sulla città di Firenze. Il percorso inizierà da Palazzo Medici, residenza di Lorenzo e Giuliano dei Medici, per proseguire in Piazza Duomo, luogo dell’agguato, fino a Palazzo Pazzi, dell’architetto Giuliano da Maiano, in Via del Proconsolo, per terminare al Bargello dove vennero impiccati alcuni congiurati, di cui resta un famoso il disegno di Leonardo da Vinci, che assistette all'impiccagione in questo luogo di Bernardo Bandini Baroncelli (14/10). Un itinerario per ripercorrere la storia della nascita del primo sistema bancario, così come lo conosciamo oggi, che racconta, attraversando le strade e le piazze di Firenze, il crack delle banche Bardi e Peruzzi negli anni trenta del 1300 e la successiva ascesa della potenza economica della famiglia Medici e  di come Firenze, nella New York finanziaria di inizio ‘900 sia stata l’icona del massimo splendore da emulare: quando si costruì il Palazzo della Federal Reserve gli architetti si ispirarono a Palazzo Vecchio, a Palazzo Pitti e soprattutto a Palazzo Strozzi, a cui l’ingresso della prestigiosa costruzione newyorkese sembra simile, per dare all’edificio, attraverso il richiamo al Rinascimento fiorentino, un’idea di stabilità, forza e sicurezza (21/10). Si prosegue con l’itinerario “Due passi in paradisopercorso di trekking urbano nel cuore del quartiere di Gavinana. Partendo da Pazza Bartali, si farà una passeggiata lungo tutta via del Paradiso, dove si racconterà del “Paradiso degli Alberti” e di Santa Brigida di Svezia, fino a raggiungere e visitare la chiesa benedettina a lei dedicata di Santa Maria e Santa Brigida al Paradiso, detta La Badiuzza. Dal porticato antistante si godrà di una splendida vista sulla città. La visita non sarà solo un’occasione per conoscere la storia e l’arte di questi luoghi, ma anche la sua vita vissuta, tramite la voce dei suoi abitanti (27/10). Infine un omaggio alla Firenze di Vasco Pratolini con una piacevole passeggiata nel quartiere di Santa Croce. Lo scrittore infatti ambientò a Firenze quasi tutti i suoi romanzi e questo percorso sarà l’occasione di rivivere suggestioni ed emozioni che, in qualche caso, sono sopravvissute al cambiamento (27/10).

Ad arricchire il ventaglio culturale di Enjoy Firenze una novità: la visita alla Collezione Casamonti a Palazzo Bartolini Salimbeni, storico edificio progettato da Baccio d’Agnolo, che si affaccia sul salotto buono di Firenze, tra piazza Santa Trinita e via Tornabuoni. Questo scrigno d’arte, che si trova al piano nobile del Palazzo, raccoglie sessant’anni d’arte contemporanea in un percorso di oltre 100 opere, tra sculture e dipinti, tra cui figurano artisti come Picasso, Max Ernst, Andy Warhol, ma anche gli italiani Giorgio de Chirico, Lucio Fontana, Alberto Burri, raccolti in quattro decenni di attività da Roberto Casamonti, fondatore e direttore della galleria Tornabuoni Arte (28/10).

In cartellone anche due proposte fuori porta: la prima al Museo Archeologico di Artimino, che costituisce il fulcro di un territorio ricco di splendide testimonianze etrusche (6/10); la seconda all’antica città di Luni (SP) con i laboratori e le visite guidate per bambini e adulti, in cui ogni mese viene proposto un laboratorio diverso: questa volta si tratterà di “Oleum Romanorum. Un solo prodotto dai mille usi”, per scoprire insieme come l'olio di oliva era importantissimo per gli antichi romani (21/10).

A chiudere gli appuntamenti del mese mercoledì 31 ottobre in occasione di Halloween c’è “Firenze…da brivido!” una suggestiva passeggiata notturna che esplora il centro storico in compagnia dei fantasmi che di notte popolano la città, dalla Berta a Ginevra degli Amieri fino a Baldaccio d’Anghiari, i partecipanti ascolteranno le loro storie d’amore e vendetta, visitandone i luoghi che li ricordano e che portano con sé un senso di terrore e tenebra e alla fine un dolcetto, o scherzetto, per tutti!

Per ulteriori informazioni www.enjoyfirenze.it. Ingresso a pagamento alle visite, prenotazione obbligatoria allo 055-5520407 e a turismo@archeologia.it