Home > Webzine > Arte > "Visioni Notturne. Aspettando il solstizio d’estate" negli spazi de La Tinaia a San Salvi
domenica 08 dicembre 2019

"Visioni Notturne. Aspettando il solstizio d’estate" negli spazi de La Tinaia a San Salvi

19-06-2019

Mercoledì 19 giugno 2019, alle ore 21.30, gli spazi de La Tinaia a San Salvi ospitano l'esposizione di Marcello Chiorra ispirata a Chagall e la performance live del compositore Daniele Ciullini.

Il progetto “Visioni notturne – aspettando il solstizio d’estate” prevede un’esposizione di opere di Marcello Chiorra – selezione di lavori ispirati alle Anime morte di Gogol illustrate da Chagall – con allestimento sul perimetro esterno del Centro e la performance live del compositore Daniele Ciullini. Gli spazi interni de La Tinaia saranno allestiti con opere degli artisti storici e degli attuali frequentatori del Centro accompagnate dalla colonna sonora composta da Daniele Ciullini.

Usando le parole del compositore Ciullini: “Visioni notturne è un lavoro site-specific. Dunque è realizzato per qualcosa di definito. In questo caso si tratta di un’area compresa all’interno di un cerchio che unisce l’ex-ospedale psichiatrico, il lavoro della Tinaia, la creatività che in quelle stanze vi si sprigiona. Non vuole essere didascalico o illustrativo cioè tradurre in suoni, fin troppo facili immagini prebasagliane. Qui il tentativo è quello di guardare e quasi rendere omaggio all’energia che, priva di mura e lacci, transita libera dal centro dell’essere verso la carta o l’argilla dove materializzarsi in forma e colore. Arte come liberazione. Non sterile duplicazione della realtà ma proiezione della propria visione sullo schermo di uno scenario liberato dalla distanza fra il sé e gli altri. Ecco, io ho guardato a questo”

Il Centro Attività Espressive La Tinaia
Il primo nucleo de La Tinaia nasce all’interno dell’area dell’ex ospedale psichiatrico di Firenze negli anni ’60. Il laboratorio si caratterizza fin dai primi anni come uno spazio di libera creatività dove un’eccezionale congiuntura umana prima ancora che storica, ha fatto emergere personalità artistiche di altissimo spessore, le cui opere anche oltre il circuito dell’Art Brut trovano ampia diffusione sia in Italia che all’estero. Sin dalle prime esperienze risalenti agli anni ’60, passando alle forme più strutturate che si sono succedute dal 1975, la raccolta del segno grafico, la sperimentazione, così come la ricerca del mezzo espressivo sono state le pratiche che hanno saputo legare il valore estetico alla forza comunicativa dell’opera. È infatti a partire da questo intento ideale – dare visibilità all’opera d’arte, restituendone una valenza sociale che La Tinaia è diventata, oltre che un punto di riferimento a livello internazionale per tutti i fruitori dell’Art Brut, una solida realtà culturale nel tessuto cittadino.

Marcello Chiorra ( Firenze, 1952), frequenta per qualche anno il liceo artistico a Firenze. Fin da ragazzo si dedica al disegno e alla pittura seguendo le tracce del padre appassionato miniaturista. Di notevole impatto risultano i ritratti, sia gli schizzi a penna o matita tratteggiati su taccuini o quaderni, che quelli policromatici realizzati su fogli di grandi dimensioni. Inizia a frequentare la Tinaia nel 2014.

Daniele Ciullini (Firenze, 1952) è un compositore elettronico/elettroacustico e sound artist italiano attivo fino dai primi anni ’80. In quegli anni realizza alcuni lavori musicali autoprodotti nel formato audiocassetta + volumetto e partecipa, con singoli brani, a compilation su vinile o cassetta realizzate da varie etichette e fanzine dell’epoca. Oggi il lavoro di quegli anni è stato quasi interamente ristampato da marchi quali Ecstatic, 777 was 666, Spittle e singoli brani sono stati inseriti in compilation realizzate da Strut e Cherry Red. 

Per ulteriori informazioni: https://estatefiorentina.it/ - http://www.lanuovatinaia.org/lab/