Home > Webzine > Arte > Un tè con i fotografi: incontro con Bärbel Reinhard e Marco Signorini alla Libreria Brac
venerdì 22 novembre 2019

Un tè con i fotografi: incontro con Bärbel Reinhard e Marco Signorini alla Libreria Brac

13-10-2019

Domenica 13 Ottobre, alle ore 17.00, la Libreria Brac di Firenze (via dei Vagellai 18r) ospita un nuovo appuntamento con "Un tè con i fotografi", il ciclo di appuntamenti mensili organizzati da Deaphoto, a cura di Sandro Bini e Giovanni de Leo. Ospiti Bärbel Reinhard e Marco Signorini per un confronto sulle attuali sperimentazioni in ambito fotografico, ovvero sulle manipolazioni e ibridazioni della fotografia (sia analogica che digitale) con altri linguaggi visivi bi e tridimensionali. Si parlerà delle nuove metodologie installative funzionali a questo tipo di approccio e di una idea di collaborazione artistica che fa del riutilizzo, della contaminazione e del remixaggio una nuova possibilità espressiva.

Bärbel Reinhard, nata a Stoccarda, artista, docente e curatrice, vive e lavora in Toscana. Dopo la laurea in storia dell’arte e sociologia a Berlino si diploma in fotografia professionale alla Fondazione Studio Marangoni di Firenze. Il suo lavoro è stato esposto in varie mostre in Italia ed all’estero, tra le quali al European Month of Photography Luxembourg, a Villa La Pietra Firenze, alla Galleria Metronom e alla Fondazione Fotografia di Modena, alla Luova Gallery Helsinki e al Corridoio Brunelleschi. Accanto alla sua ricerca artistica lavora come fotografa freelance, docente e curatrice. Ha insegnato tra l’altro alla New York University, al Sarah Lawrence College, alla Kent State University e si occupa delle tecniche di camera oscura alla Fondazione Studio Marangoni. Ha curato diversi progetti espositivi ed editoriali, anche con collaborazioni internazionali. Il suo interesse principale sta nelle caratteristiche e nei limiti del legame spazio-temporale inerente alla fotografia, le sue stratificazioni e manipolazioni, memoria e natura.

Marco Signorini è docente di Fotografia all’Accademia di Brera e Carrara. Nel 1996 è invitato a Passaggi, a cura di Antonella Russo per la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo. In seguito ha lavorato per il Museo di Fotografia Contemporanea di Cinisello Balsamo con Idea di Metropoli (2002) e Ricordami per sempre (2011) entrando a far parte della collezione permanente del museo con le opere realizzate. Con Linea di Confine per la Fotografia di Rubiera ha realizzato Mother Way (2001) e Luoghi della cura (2005) presentati nella collettiva Trans Emilia al Fotomuseum di Winterthur e al SK Stiftung Kultur di Colonia. Con Damiani editore ha pubblicato i libri Echo (2007) e EarthHeart (2011). Partecipa nel 2009 al Premio Nazionale Arti Visive Città di Gallarate e al Festival Europeo per la fotografia di Reggio Emilia, oltre che presentare ((RA)) sua prima mostra personale in Metronom. Nel 2011 partecipa alla collettiva Padiglione Toscana al Centro per l?Arte Luigi Pecci di Prato. Nel 2012 la sua seconda mostra personale EarthHeart presso Metronom Fuorimappa, è presentata al Centre d?Art Nei Liicht, Dudelange in Lussemburgo. Nel 2015 è fra gli artisti di Imago Mundi-Praestigium Italia nella collezione di Luciano Benetton.

1  PARTE DEL PROGRAMMA / Con i primi tre appuntamenti di Ottobre, Novembre e Dicembre

Per ulteriori informazioni: www.deaphoto.it